Bruno Miliadò è il nuovo presidente del sodalizio ForzaD’AgròScifì.

Bruno Miliadò è il nuovo Presidente del Forzadagròscifì, squadra che partecipa al campionato di terza categoria. Il Consiglio Direttivo della Società forzese nella seduta di Mercoledi 7 Luglio ha eletto all’unanimità il nuovo Presidente del sodalizio forzese Bruno Miliadò che dopo tanti anni di assenza ritorna al timone di una società di calcio.  Il neo Presidente subentra all’uscente Evaristo Lo Giudice che dopo un anno lascia la guida della Società  nelle mani di Bruno Miliadò che negli anni ’80 è stato Presidente della gloriosa Agrillea.
Un ritorno che fa ben sperare per il calcio forzese con la guida di Bruno Miliadò, persona capace ed ottimo intenditore del calcio rivierasco.  Conoscendo il neo presidente Bruno Miliadò il team del Forzadagròscifì sarà sicuro protagonista nella prossima stagione sportiva.
Nella stessa seduta il direttivo oltre ad eleggere il nuovo Presidente, ha ufficializzato la riconferma del tecnico Santino Spadaro alla guida della squadra che sarà coadiuvato dall’ex tecnico del S. Alessio e dello Sportinsieme Juniores – Giuseppe Mancuso.
Parte con il piede giusto la seconda stagione della giovane Società del Forzad’agròscifì, che sta buttando le basi per un campionato di vertice, anche se il riconfermato tecnico  Santino Spadaro ci ha dichiarato “ il nostro obiettivo è quello di migliorare la posizione della scorsa stagione, per fare questo occorre una Società solida, l’elezione del nuovo presidente Bruno Miliado ci dà ampie garanzie. Il nostro obiettivo – continua Santino Spadaro – allestire una squadra competitiva inserendo alcuni innesti in un organico già buono che ben ha figurato nel suo primo campionato di Terza Categoria”.
Mister Spadaro  ci può anticipare i nominativi dei probabili arrivi? “ Ancora è prematuro per fare nomi. Una cosa è certa la Società si sta muovendo con criterio per rafforzare la squadra un po’ in tutti i reparti”.
Oltre a lei sulla panchina ci sarà anche Peppe Mancuso nella gestione della squadra? “ Voglio precisare che ho voluto io personalmente l’amico Giuseppe Mancuso, non ci sarà nessun dualismo (nessun primo o secondo), lavoreremo insieme in quanto abbiamo le stesse idee. Insieme cercheremo di compensarci l’uno con l’altro per dare a questa squadra un’identità per divertirsi e fare divertire”.