Tre giovani calciatori siciliani indosseranno la maglia del Bari, Milan e Siena.

Tempo di estate, tempo di calcio mercato per le squadre di calcio per la prossima stagione sportiva. Gli occhi delle Società, soprattutto quelle provinciale sono puntati sulle giovani promesse con campus estivi per scoprire nuovi talenti per lanciare in un prossimo futuro ai vertici del calcio nazionale, magari anche in quello internazionale. In questa direzione anche il calcio giovanile siciliano è stato preso d’assalto da osservatori che in questi mesi estivi stanno setacciando l’intera Sicilia. Non è ai vertici del movimento di settore in Italia, ma sicuramente il calcio giovanile siciliano qualcosa di buono riesce a proporre.  Tre giovani speranze sono entrati a fare parte di tre club nazionali: Bari, Milan e Siena. Si tratta dei giovani Dario Patanè, Marco Signorello e Maiko Candiano.
Bari: Non è un caso, infatti, se nell’arco di poche ore il Bari – club che partecipa al campionato di Serie A, ha «pescato» il baby Dario Patanè, classe ’96, centrocampista della Stella Nascente, società acese di Alfredo Femiano (figlio d’arte, Ciro Femiano è suo padre), calciatore ancora in attività, e di Saro Leotta. La Stella Nascente, pur essendo un club che opera nel settore giovanile da poco tempo, ha già piazzato alcuni colpi, proponendo i sui giovani anche a società professionistiche.Milan: Venerdì della settimana scorsa, il giovane Marco Signorello, classe ’96, ha firmato un contratto con il Milan, che lo farà partecipare al campionato dei Giovanissimi nazionali. Per il Belpasso, società che ha lanciato Signorello è davvero una bella soddisfazione: il Milan non sarà competitivo come negli anni d’oro della gestione Berlusconi, ma è pur sempre il club più titolato al mondo.Siena: Ma non è finita. La terza novità arriva da Modica. Maiko Candiano, centrocampista centrale dai piedi buoni, classe ’92, scoperto durante una partita disputata dal Modica (la società d’appertenenza del ragazzo) da Ciro Femiano, è passato dalla società della Contea al Siena, club per il quale lavora lo stesso Ciro Femiano, insieme con il direttore generale Giorgio Perinetti. Candiano ha, ora, la possibilità di fare conoscere le sue qualità nel campionato di Serie B, arrivandoci direttamente dal campionato di Serie D. Quasi un’altra storia simile a quella di Moreno Torricelli.