Belpasso-Taormina: Dopo gara con Giuffrida e il capitano Carlo Borbone del Taormina.

Al termine della gara giocata al Comunale  “San Gaetano” contro la compagine locale del Belpasso, valevole per la  settima giornata di andata,  l’allenatore del Taormina Santo Giuffrida e l’attaccante Carlo Borbone danno il loro giudizio sulla partita.
Santo Giuffrida: allenatore del Taormina “E’ stata una partita scialba” – esordisce  Giuffrida – che non cerca scusanti per  descrivere lo 0-0 incassato a Belpasso: “Ormai ci si aspetta sempre un Taormina  brillante, ma non tutte le partite si possono portare a casa con la lode. Bravo  anche il Belpasso, che è stato reattivo e non ci ha permesso di sviluppare il  nostro gioco. A volte le prestazioni dipendono anche dall’avversario che ci si  trova davanti. E’ arrivato questo punto, lo prendiamo”. Tra l’altro, i biancazzurri sono arrivati a Belpasso con una formazione che  schierava un inedito tridente composto da Varrica, Prestipino e Borbone: “E’  stata quasi una scelta obbligata – spiega il tecnico – abbiamo un organico  molto ridotto, e spesso sono costretto a stravolgere la formazione”.
Carlo Borbone,  capitano del Taormina:  “Veniamo da un  periodo poco brillante, paghiamo la fatica del turno infrasettimanale di Coppa  – spiega – ma lo 0-0 non è da buttare, è un buon punto preso su un campo dove  non sarà facile per nessuno. Eravamo partiti bene, aggressivi, con un 4-4-2 che  era quasi un 4-3-3 con Varrica molto offensivo per cercare di superare la loro  difesa, che sapevamo forte fisicamente. Non ci siamo riusciti. E’ arrivato uno  0-0, e va bene, anche se sono due domeniche che non si fa goal: speriamo di  riprenderci, lì davanti, già a partire da domenica”.