Gara ricca di gol (3-3) tra il Cus Messina e Cus Catania

Ancora un pareggio ma che vale doppio per il Cus Messina nel campionato di serie B di hockey su prato. Scesa in campo in formazione rimaneggiata dalle tante assenze, la compagine universitaria è riuscita a cogliere un prezioso 3 a 3 con le riserve del Cus Catania sul sintetico dell’Annunziata, a conclusione di un incontro che ha regalato forti emozioni al numeroso pubblico presente sulle gradinate dell’impianto messinese con una nutrita rappresentanza etnea che non ha mancato di incitare i propri atleti.
In casa cussina da segnalare la presenza in panchina del commissario del Cus Messina Sergio Cama, che ha voluto stare vicino alla squadra dopo le pesanti sanzioni disciplinari per gli episodi accaduti nel match con l’Hc Giardini. Intersimone e compagni si sono resi protagonisti di una brillante prestazione contro un team quello etneo quanto mai agguerrito: complice la sosta del torneo di A1, il Cus Catania riserve si è potuto avvalere dell’apporto di diversi titolari della “prima squadra” come la coppia egiziana Farouk e Hossam.
Cronaca: In avvio sono gli etnei che sfiorano subito il vantaggio proprio con l’egiziano Farouk che comunque trova pronto il giovane portiere (under 16) Fabrizio Saccà (all’esordio in serie B). Al 20′ arriva il vantaggio catanese complice una bella giocata di Hossam la cui conclusione viene respinta da Saccà che però nulla può fare sulla botta da distanza ravvicinata di Rapisarda. La reazione del Cus Messina non si fa attendere ma sia D’Andrea che Luca Provenzale trovano pronto alla risposta Sottile. La gara sale di ritmo ma la pressione dei padroni di casa non sortisce gli effetti desiderati: al contrario è il Cus Catania a raddoppiare con Hossam bravo ad approfittare di un errore della difesa peloritana. La ripresa si apre come si era chiuso il primo tempo, belle e veloci giocate dall’una e dall’altra parte: su azione di angolo corto, Spignolo accorcia le distanze con un tiro di grande precisione che non concede scampo al portiere Sottile. Sulle ali dell’entusiasmo il Cus Messina spinge alla ricerca del pari, che sfiora ripetutamente con Andrea e Alessandro Provenzale e con Fabio Intersimone che al 54′ colpisce un clamoroso palo. Sessanta secondi dopo l’egiziano Farouk sigla una rete di pregevole fattura con un draiw di rovescio dal limite dell’aria che batte imparabilmente il giovane Saccà.
Sotto per 3 reti a 1, la squadra messinese si scuote e gioca l’ultimo quarto d’ora ad altissimi livelli: al 64′ grossa ingenuità dello stesso Farouk che si fa espellere per continue proteste. Passa solo un minuto e il Cus Messina va di nuovo a segno: Federico Cardella si invola sulla corsia destra aspetta l’uscita di Sottile e lo trafigge dopo averlo dribblato. La compagine dei tecnici Spignolo-Intersimone ci crede, ed infatti la rete del pari arriva ad un minuto dal termine con Alessandro Provenzale che d’astuzia trafigge ancora Sottile, per il 3 a 3 finale.
Grande la soddisfazione a fine gara in casa messinese, per il risultato ma soprattutto per la prestazione fornita che sicuramente è di buon auspicio in vista del derby contro l’attuale capolista della serie B, il Don Bosco 2000 Barcellona, in programma in trasferta la prossima settimana.
Cus Messina – Cus Ct. Ris. 3-3
Marcatori: al 20′ Rapisarda, al 30′ Hossam Gobran, al 40′ Spignolo A., al 55′ Farouk, al 64′ Cardella, al 69′ Provenzale Aessandro
Cus Messina: Saccà F., Esposito, Colombo (dal 39′ Spignolo A), D’Andrea A., Intersimone D., Spignolo L. (dal 68′ Puglisi), Cardella (dal 69′ D’Andrea F), Provenzale Alessandro, Intersimone F, Provenzale A (dal 65′ Meesa), Provenzale Luca (dal 60′ Siracusa). All. Spignolo/Intersimone
Cus CT.Ris.: Sottile, Blandini, Rapisarda, Cantale, Coco, Cirino, Farouk, Vincenzino, Raciti, Hossam Gobran. All. Vignale Pablo.
Arbitri: Bandieramonte e Fresta di Catania.
Note: angoli corti 6 a 3 per il Cus Messina
Ammonito: D’Andrea (Cus Me); Espulso: Farouk (CusCT.Ris)