Aria di “derby” l’Asd Furci si esalta: sette punti in tre gare.

Porta bene la parola “derby” per l’Asd Furci che conquista sette punti nelle tre gare disputate nell’arco di una settimana incontrando nell’ordine: Mediterranea Nizza, Antillese e Atl. Roccalumera. Due vittorie (1-0) sul vetusto terreno del Luigi Papandrea e il pareggio  (0-0)sul campo della Mediterranea Nizza hanno consentito alla compagine del Presidente – Ciccio Pino – di balzare dalla penultima posizione (due miseri punti) al settimo posto in coabitazione con la Mediterranea Nizza e Piero Mancuso con otto punti.
Punti preziosi in un momento particolare per la compagine furcese allenata da Ciccio Carpillo  che in questo inizio di campionato ha dovuto far fronte ai tanti infortuni che hanno colpito l’organico giallorosso: pedine importanti per l’economia del gioco furcese su di  tutti la punta di diamante del mercato estivo: Peppe Beccaria, un’assenza che si è fatta sentire nella manovra della squadra che pur prendendo pochi gol (solo quattro) si è dimostrata alquanto sterile in fase di realizzazione (solo quattro le marcature: Stracuzzi, Proteggente, Miano).
Numeri che  parlano chiaro che devono fare riflettere dirigenza, staff tecnico e giocatori che non bisogna mollare, bisogna lottare in ogni partita con estrema determinazione con il gruppo che deve aiutarsi a vicenda, anche chi per scelta tecnica è costretto alla panchina, prima o poi toccherà a tutti dare il proprio contributo, come è successo in questa prima parte del campionato con il Furci falcidiato da tanti infortuni, mister Ciccio Carpillo ha dato di fiducia al quindicenne Davide Proteggente, nonostante la giovane età si è dimostrato all’altezza di un campionato come quello di Prima Categoria alquanto difficile, prendendo per mano la squadra portandola alla vittoria contro l’Antillese, idem per l’attaccante Guglielmo Miano protagonista nella gara contro l’Atl. Roccalumera.
Proprio contro i roccalumeresi nell’ultima gara di campionato i ragazzi di mister Ciccio Carpillo hanno dimostrato di tenere alla maglia, pur non eccellendo nel gioco contro un buon  Roccalumera dall’ottima  organizzazione di gioco grazie alla regia di  De Salvo, un po’ sterile in attacco dove  si sente la mancanza di un attaccante di peso.  La prestazione del Furci contro l’Atletico rispecchia per certi versi il cammino di questo inizio di campionato:

Burgio voto 6.5 – Prestazione positiva sicuro sempre tranquillo.
Barbaro voto 6 –  Senza infame e senza lode normale amministrazione.
Pino voto 5.5 –  Tante volte deve prendersi la responsabilità di mettere la palla a terra e giocare con il compagno.
Lo Re voto 7 –  Sicuro in difesa nessun errore bravo.
Frazzica voto 6 –  Eroico nonostante gli acciacchi fisici in campo a dare il suo contributo .
Stracuzzi  voto 5.5 –  Partenza buona poi un’ammonizione si è spento, nella ripresa sostituito.
Cirrito voto 6 –  Gran lottatore in mezzo al campo niente in fase di impostazione.
Cutroneo voto 6 – Non in condizione fisici e atletici può dare molto di più.
Proteggente voto 7.5  – Il migliore in campo poteva segnare il goal sicurezza dopo aver dribblato 3  avversari stanco al limite dell’area tiro debole fuori per poco.
Miano voto 6.5 –  Gran goal, lottando da solo con difensori avversari molto egoista.
Finocchio voto 6 –  Al rientro dopo aver scontato un turno di squalifica può e deve dare di più in fase d’attaco.
Mercurio voto 5.5 –  Stabile sulla fascia sinistra nessuna incursione.
Carpillo voto 5 –  Per il goal sprecato a tu per tu con il portiere avversario, stabile, fuori forma.
All.Carpillo voto 5.5 –  Deve far giocare la squadra e dare tranquillità.