Il Cus Messina sabato cerca la vittoria contro il S. Pietro Clarenza.

Big-match quello che  si disputerà sabato 20 p.v. con inizio alle ore 15,30 sul sintetico della Cittadella Universitaria dell’Annunziata tra il Cus Messina e il  San Pietro Clarenza che richiamerà sulle tribune dell’impianto messinese  tantissimi appassionati di questa disciplina con una nutrita rappresentanza sicura di tifosi ospitii.
Gara che potrebbe anche valere  il primato solitario in classifica in caso di vittoria di una delle due squadre, infatti, dopo il recupero che la squadra catanese ha effettuato contro il Ragusa  la vede adesso appaiata in classifica a 7 punti in compagnia di Hc Giardini e Don Bosco ma con una gara in meno per entrambe, gara che si sarebbe dovuta disputare sabato scorso ma che per problemi organizzativi dell’impianto universitario è stata posticipata a questo sabato, in virtù dello stop del campionato di serie B per questa settimana.
Sarà una gara dove i ragazzi di Spignolo/Intersimone dovranno dare il massimo, quindi massima attenzione all’espertissima  squadra etnea che proprio qualche mese fa diede un grosso dispiacere alla squadra messinese lanciata verso la conquista dei play-off promozione, ma che invece trovarono sulla loro strada appunto la squadra di Bandieramonte che riuscì sul filo di lana ad avere la meglio per la vittoria del Campionato. Anche quest’anno sembrerebbe lo stesso copione, con entrambe le squadre a recitare un ruolo di primo piano, lo scorso anno le gare finirono entrambe con due pareggi, per questo sabato giocando tra le mura amiche si dovrà cercare  la vittoria per dare un segnale chiaro a tutti, come appunto riferisce il Direttore Tecnico cussino Giacomo Spignolo: ”
“Giocare questa gara in casa d’avanti ai nostri tifosi deve darci più coraggio e consapevolezza dei nostri mezzi, come nell’ultima gara in cui abbiamo ottenuto una splendida  vittoria in trasferta nel derby contro la Don Bosco Barcellona, ho visto lavorare molto bene i ragazzi e in tutti ce la convinzione di poter centrare la vittoria – sostiene Giacomo Spignolo –  anche se onestamente devo dire che il San Pietro Clarenza dispone di un ottimo organico, con giocatori di esperienza che hanno giocato anche in serie A, il loro mezzo falso nel recupero contro il Ragusa non ci deve indurre inganno, il Ragusa è un ottima squadra che  può mettere in difficoltà qualsiasi team.”
Il Cus Messina nella gara contro i catanesi deve fare a meno di alcune pedine importanti? ” Purtroppo arriviamo a questa gara con qualche problema primo fra tutti la riconferma tra i pali del giovanissimo Fabrizio Saccà  in virtù della lunga squalifica dei due portieri ( Mangano e Saccà Roberto)  in settimana è arrivata anche la bocciatura del Giudice Unico Nazionale che  ha confermato la squalifica per 3 mesi ad entrambi. Inoltre si sono aggiunti il forfait di Antonio Colombo per guai ad una caviglia e il forte dubbio di vedere tra i titolari Daniele Intersimone per problemi muscolari, una situazione di assoluta emergenza che i due tecnici dovranno risolvere inserendo alcuni giovani nell’undici titolare fin dal primo minuto di gara”.
Undici iniziale: In vista della gara di Sabato lo staff tecnico Spignolo – Intersimone potrebbe optare per questo undici iniziale: Sacca F. Spignolo L,Esposito,D’Andrea A., Spignolo A.,  Provenzale Al., Intersimone F., Provenzale L. Cardella, Provenzale An., Sergi. Siederanno in panchina pronti ad entrare: D’Andrea F.,Siracusa, Meesa, Puglisi, Intersimone D.