2^ Cat. – Punita la Città di Naro 0-3. Sette giornate a Caravotta. 8 mesi a Zito (Peloro).

Anche nel campionato di Seconda Categoria il Giudice Sportivo ha usato la mano pesante nei confronti del Città di Naro dopo i fatti accaduti nell’ultimo turno sul campo del Real Petila.
Primo provvedimento data gara persa per 0-3 alla Città di Naro, squalificato fino al 31 Dicembre 2013 Andrea Caravotta ” per condotta scorretta, dopo l’espulsione, prima tentava di colpire ripetutamente l’arbitro e poi lo colpiva con un calcio ad una gamba provocanco un ematoma, nonchè per contegno minaccioso ei confronti di sostenitori avversari”
Sette giornate ad Arcangelo Petitto “Per avere spintonato l’arbitro e per contegno minaccioso nei confronti di sostenitori avversari”. Una giornata per i giocatori: Grussone, Filippo e Luca Vinciguerra” Per contegno minaccioso nei confronti di sostenitori avversari”.
Squalificato fino al 31 Dicembre 2010 il dirigente Salvo Di Caro “Per contegno irriguardoso nei confronti dell’arbitro; nonchè per essersi introdotto all’interno del recinto di giuoco ed avere assunto ulteriore contegno irriguardoso ed offensivo nei confronti dello stesso, dopo l’allontanamento”.
Per quanto riguarda gli altri provvedimenti: squalificato fino al 30 Giugno 2011, Antonio Zito (Peloro Annunziata)”Per contegno irriguardoso, offensivo e minaccioso nei confronti dell’arbitro; per averlo spintonato; nonchè per avere tentato di colpirlo con un pugno, senza riuscire”.
Sette giornate: Petitto (Città di Naro)
Una Giornata: Messina (RussoCalcio), Grussone, Filippo e Luca Vinciguerra (Città di Naro), Donzella (Arci Grazia), Caragliano, Rigano (Bastione), Antonuzzo (Ciclope Bronte), Smiroldo (Letojanni), D’Amico (Randazzo), Cannistrà (Real Monforte)