Juniores: La Rappresentiva Messina sconfitta nella finale dal Catania ai calci di rigore: 11-10.

La Rappresentativa juniores di Messina si arrende ai pari età di Catania solamente ai tiri di rigore, una lunga sequenza ben 10 per decidere la squadra da iscrivere nell’albo d’oro della Settima Edizione del Torneo “ Giacomo Cusimano” stagione 2010-11. La compagine giallorossa allenata da mister Pippo Settimo non è riuscita a portare a casa il titolo regionale, decisivo nei tiri ad oltranza l’errore del portiere Pietro Celì (Villafranca) sul punteggio di 10-9 per i catanesi si fa ipnotizzare dal collega di ruolo Sciuto che consegna alla Rappresentativa Catanese  allenata da Stefano Nastasi la vittoria dopo un match interminabile: dopo i 90’ di una partita giocata a viso aperto da entrambe le formazioni conclusi sul punteggio di 1-1, a portarsi in vantaggio per prima sono stati i catanesi al 6’ con Aperi con i ragazzi di Settimo che riacciuffano il pareggio al 36’ su calcio di punizione di Alberto Mondello (Città di Messina), si passa alla lunga lotteria dei tiri di rigore, una seguenza interminabile che dopo 22 tiri la Rappresentativa della Delegazione di Catania guidata si aggiudica la finale regionale “ Giacomo Cusimano” un giocatore della Nissa morto in un incidente stradale.
La gara: Partono bene i giallorossi messinesi con una ottime trame di gioco dettando i ritmi della gara con i catanesi sulla difensiva ma al primo affondo si portano in vantaggio con una ripartenza corale finalizzata da Aperi che trafigge l’estremo numero uno messinese Celì. Pronta la reazione dei ragazzi di mister Pippo Settimo che ristabiliscono la parità al 36’ su una magistrale punizione calciata da Alberto Mondello giocatore del Città di Messina, con la sfera che termina la corsa nell’angolino basso alla sinistra di Sciuto. Sulle ali del pareggio la formazione messinese continua il suo pressing rischiando grosso in contropiede che costringe Mondello a commettere fallo su Aliotta lanciato a rete con il direttore di gara che indica il dischetto di rigore: sulla sfera si presenta Aperi che si fa parare da Celi la trasformazione. Nella ripresa si assiste ad una gara giocata nella zona nevralgica del centrocampo con i giallorossi di Pippo Settimo pronti ad sfruttare il minimo errore avversario. Non succedde nulla fino al 90’ che  mandano le due compagini a giocarsi il tutto nella lotteria dei tiri di rigore.
I Rigori: Apre la serie la Rappresentativa Catanese con Di Silvestro che non sbaglia come il collega Mondello.  A sbagliare per primo, sul punteggio di 2-1 per il Catania –  il giocatore del Villafranca – Fabio La Rocca –  che si fa parare il tiro da Sciuto. Ci pensa dopo qualche minuto Celi a riscattare il compagno intercettando la conclusione di Taverna con il Catania in vantaggio di 3-2. Parata che consente al tiro successivo ad Emanuele  Aricò di pareggiare 3-3. Da questo momento in poi tutti i rigoristi vanno a segno sul punteggio di 9-9 tocca al catanese Di Silvestro che porta la propria squadra in vantaggio 10-9.  Tocca ai messinesi con il portiere Celì che si fa parare il tiro dal collega Sciuto facendo scoppiare la gioia ai catanese la delusione per la grande occasione per i ragazzi della delegazione messinese del Presidente – Carmelo Alfieri.

Delegazione di Catania  – Delegazione di  Messina: (1-1) –   11 – 10 dopo i calci di rigore
Marcatori: 6′ Aperi, 36′ Mondello.
Del. Catania: Sciuto; Certo, Reale, Anastasi, Wanausek, Berbeglia (60′ Pulvirenti), Tomarchio, Di Silvestro, Aliotta (82′ Taverna), Aperi, Ousmane. All. Stefano Nastasi.
Del. Messina: Celi; Aricò, Cordima, Sturiale, Mondello, Munafò (78′ Mangano), Battaglia (52′ Giovanni Cucè), Cricchio, La Rocca, Cannavò, La Spada. All. Pippo Settimo.
Arbitro: Cino di Enna.
Espulso: al 91′ Arcidiacono .
Sequenza rigori:

Di Silvestro –    gol: 1-0
Mondello    –    gol:  1-1
Tomarchio  –    gol:  2-1
La Rocca –  parato: 2-1
Ousmane  –     gol: 3-1
Mangano  –      gol: 3-2
Taverna  –    parato: 3-2
Aricò          –    gol: 3-3
Pulvirenti     –   gol: 4-3
Cannavò     –    gol: 4-4

Tiri ad oltranza

Wanausek –   gol: 5-4
La Spada   –   gol: 5-5
Aperi          –   gol: 6-5
Sturiale     –    gol: 6-6
Certo         –   gol: 7-6
Cucè           –  gol: 7-7
Sciuto          – gol: 8-7
Cricchio       – gol: 8-8
Reale           – gol: 9-8
Cordima       – gol: 9-9
Di Silvestro –   gol:10-9
Celi        –  parato: 0-9