Hockey Indoor Under 16: Il Cus Messina quinto alla finale Nazionale Indoor di Bra.

Bra (Cuneo)-  Si chiude con il 5° posto finale l’avventura in terra piemontese per la squadra Under 16, impegnata nella Finale Nazionale indoor, va subito detto che la squadra cussina raccoglie meno di quanto ha saputo dimostrare in campo giocando alla pari contro formazioni più quotate nella disciplina indoor.
Una formazione quella messinese che lamentava le pesanti  assenze del portiere titolare Sandro Buonamonte, e dell’attaccante Andrea Meesa con loro in campo sarebbe stata un’altra musica, il Cus più che nel gioco è mancata nella fase realizzativa non concretizzando le tante occasioni avute durante tutte le gare,  anche se va subito detto che la sorpresa in casa cussina è stata rappresentata da Alberto La Torre (nella foto)  esordiente (classe 1998) alla fine con 3 reti realizzate è stato il migliore marcatore cussino.
Ottima la prestazione nel complesso del capitano cussino Luigi Spignolo (nella foto) risultato tra i giovani più interessanti visti all’opera nel Torneo, ma come detto è stata tutta la squadra ad uscire tra i sinceri applausi dello sportivissimo pubblico presente al  Pala BraSport.
La Cronaca delle Gare:
Cus Messina – Riva del Garda: Inizio difficile nella prima gara opposti all’espertissima squadra del Riva del Garda, i ragazzi messinesi pagano cara sia la stanchezza per il lungo viaggio in treno che  l’emozione iniziale di giocare in un palazzetto gremito di pubblico, e di fatto regalano un tempo alla squadra trentina, che chiude in vantaggio per 5 a 0, veemente la reazione dei messinesi nella ripresa che  si riportano sul 5 a 3 e peccato per la grande occasione sciupata da La Torre a 4 dal termine, gli ultimi minuti servono alla squadra trentina  per ristabilire le distanze chiudendo la gara al loro vantaggio.
Cus Messina – Hc Roma De Sisti: Diverso l’atteggiamento della squadra messinese nella seconda gara di giornata opposta alla pluriscudettata HC Roma Desisti, una gara praticamente perfetta del Cus, che si vede dire no ripetutamente dall’estremo portiere capitolino alle conclusioni di Spignolo, LaTorre Maesano e Santorelli, nel momento migliore cussino sono i romani a passare in vantaggio, a 6 dalla fine viene annullata la rete del pari a Di Giorgio inspiegabilmente la squadra si innervosisce e a farne le spese e il capitano cussino Spignolo che resterà fuori fino al termine per un espulsione temporanea  l’esperta squadra laziale ne approfitta andando in rete  altre tre  volte, per un 4 a 0 finale che non rispecchia quanto visto in campo.
Cus Messina – Cus Pisa: miglior gara del torneo: La terza gara sarà ricordata come una delle più belle viste nella due giorni per emozioni e  agonismo, la sfida tra Cus Messina e Cus Pisa regala emozioni dal primo all’ultimo minuto. Primo tempo di marca pisana con i toscani che chiudono in vantaggio per 2 a 0, anche se la squadra messinese si rende ripetutamente pericolosa non riuscendo mai a trovare la via della rete.
L’ inizio della ripresa regala il meglio che i ragazzi di Giacomo Spignolo potessero fare, al 5′ un brutto  fallo in area del portiere pisano su Alberto La Torre viene punito con un tiro di rigore, che con freddezza e precisione Andrea Siracusa realizza, passano solo 3 minuti e questa volta il giovanissimo La Torre da posizione difficile trova la rete del pari tra la gioia messinese. Ma le emozioni non finiscono a 6 ‘dal termine e il capitano Luigi Spignolo con un azione personale  a realizzare  un gol di pregevole fattura per la rete del sorpasso. Gli ultimi  minuti di gara sono un susseguirsi di emozioni con l’estremo difensore cussino  Francesco D’Andrea che si supera in più occasioni, a 20 secondi dalla sirena un fallo in area messinese viene punito con un angolo corto, ma una prodezza ancora di D’Andrea dice di no la palla giunge a Siracusa che nel liberare la palla commette fallo proprio  al suono di sirena, ma per la squadra pisana c’è la possibilità  di tirare ancora un angolo corto che non fallisce chiudendo la gara sul tre pari.
Tra lo sconforto in casa cussina per la vittoria sfuggita e la gioia pisana per il pari raggiunto all’ultimo assalto, le squadre escono dal campo tra gli applausi  per quella che sicuramente sarà ricordata come una delle gare più belle viste al PalaBrasport.
Cus Messina – Hc Savona: L’ultima gara per i cussini  è anche la gara che darà il titolo alla squadra ligure dell’Savona Hc,  il Cus gioca solo un tempo che chiude sotto per 3 a 1 nella ripresa in campo solo una squadra la motivazione in casa ligure fa la differenza.
Nel complesso quindi, un buon Cus Messina, che ha saputo dare dimostrazione a chi ancora ne avesse qualche dubbio che nella città dello stretto si stà facendo un ottimo lavoro, e significative sono state le parole del Dirigente Federale Pinna al momento delle premiazioni quando ha speso parole di elogio proprio per la squadra messinese, a cui hanno fatto seguito i sinceri applausi del pubblico presente.
La formazione del Cus Messina presente a Bra: Francesco D’Andrea, Andrea Siracusa,Mimmo Degiorgio,Luigi Spignolo, Alberto LaTorre, Luca Maesano, Claudio Santorelli, Giuseppe Ardizzone. All. Giacomo Spignolo.