Una doppietta di Marano fa volare il Motta 2-0 con lo Sporting Giardini.

l Motta vince il derby della Valle dell’Alcantara grazie alla doppietta del suo uomo migliore Marano. Con una rete per tempo i ragazzi di Mannino esce vittorioso dal Comunale di Giardini contro la locale formazione dello Sporting Club Giardini del Presidente Gaggegi.
Al 30’ primo gol di Marano: servito da Calabrò elude la retroguardia locale ed con un tocco felpato mette alle spalle  del portiere giardinese. Il raddoppio nei minuti finale di gara sempre protagonista Marano ben servito da Tatì controlla la sfera ed con un preciso fendente mette al sicuro il risultato che apre nuovi orizzonti alla compagine di Mannino che vede all’orizzonte la zona play-off.
Il Giardini? Parte bene la squadra di mister Prestandrea con un vivace Cirino che nei primi minuti tenta il colpo vincente su punizione e con un gran tiro a volo con il portiere Corvaia che ci mette una pezza. Sotto di una rete nei secondi finali della prima frazione il Giardini cerca la via del pareggio con un colpo di testa di De Gregorio su assist del solito Cirino. Nella ripresa il tema tattico vede i padroni di casa proiettati in avanti, pur avendo il pallino del gioco in mano, sbaglia molto in fase conclusiva con il Motta racchiuso nella propria metà campo pronto nelle ripartenze.
Il Giardini cerca in tutte le maniere la via della rete: bolide di Venuto con Corvaia che si supera, poi il colpo di testa di Monaco di poco fuori. Nel momento di maggiore pressione dei padroni di casa il Motta si fa vedere con un tiro di Marano che fa le prove generale per il raddoppio che arriva nei minuti di recupero.
Sporting Club Giardini    0     Motta  2
Marcatori: 30’ e 92’ Marano.
Sporting Club Giardini: Leo, Bonaventura, Miceli, Nocera (40’ Guerrera), Piccoli, Costanzo M., De Gregorio (46’ Venuto), Corica, Monaco, Cirino, Sabato (66’ Caggegi).Motta: Corvaia, Lo Giudice, Lando, Caruso (71’ Mannino), Currò, Donato M., Manitta (90’ Siracusa), Calabrò (83’ D. Tatì), Cosentino, A. Tatì, Marano. All. Mannino.