Juniores: Il Città di Messina “Campione”: battuto 4-1 il Garden Sport.

L’ultima giornata del campionato Juniores Regionali – Girone B di fronte per la 18^ giornata  Città di Messina e Garden Sport Messina. Due formazioni che hanno dominato il campionato vincendo tutte le gare disputate tranne lo scontro diretto della gara di andata terminato sul punteggio di 1-1. Dopo un testa a testa infinito, in 90’ finali entrambe le formazioni si giocano il passaggio alla seconda fase del campionato regionale Juniores.  Il palcoscenico lo stadio “Giovanni Celeste” per l’ultima gara di campionato un vero e proprio spareggio per staccare il biglietto al turno successivo.
La gara: Nemmeno il tempo di prendere le misure che i giallorossi del Città di Messina al 3’ sbloccano il risultato con un tiro di Calcagno che sorprende il portiere ospite Papale. Colpiti a freddo gli ospiti reagiscono sfiorando il pareggio al 25’ con il vivace Mazzullo la cui conclusione si va a stampare sulla traversa.   Risponde la formazione di casa di mister Lucio D’Andrea con Ruocco che a sua volta colpisce anche la traversa della porta difesa da Papale. La gara è vivace giocata a viso aperto con il Garden Sport che cerca di imporre la propria manovra di gioco. Al 30’ arriva il raddoppio dei padroni di casa con Cannavò sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Calcagno con la palla che va a colpire la barriera la ribattuta viene ripresa dallo stesso Calcagno che mette in mezzo all’area dove è lesto Cannavò a deviare in rete. I ragazzi di Basile trovano la forza di accorciare subito le distanze dopo tre minuti con De Gregorio che dalla breve distanza trafigge Calabretta. La gara non conosce sosta con continui capovolgimenti di fronte, nel finale di tempo, il Città di Messina  spreca un calcio di rigore concesso dal direttore di gara per fallo di Micari su Pruiti Ciarello. Dagli undici metri si presenta Francesco Maggioloti che si fa ipnotizzare dall’attento Papale.
Al rientro in campo il Garden Sport si presenta fra i pali con Puglia che prende il posto di Papale mentre il Città di Messina si presenta con lo stesso schieramento della prima frazione di gara. Partono subito forte i padroni di casa che nel giro di pochi minuti tramortiscono il Garden Sport mettendo praticamente fine alla contesa. Al 51’ arriva il 3-1 di Pruiti Ciarello che devia di testa un pallone servito da Ruocco alle spalle di Puglia. I ragazzi di Basile non hanno il tempo di reagire che vengono nuovamente trafitti da Cannavò su assist di Maggioloti porta il risultato sul 4-1 mettendo a segno la sua doppietta personale.  La quarta rete per certi versi è l’apoteosi per i giallorossi che chiudono definitivamente la contesa al 90’ al triplice fischio finale i ragazzi di D’Andrea festeggiano la vittoria del campionato che gli consente l’approdo alla fase successiva.
Vince il Città di Messina, ma un plauso va anche ai ragazzi del Garden Sport Messina per lo splendido campionato disputato arrendendosi al fotofinish contro una formazione che nell’ultima gara decisiva per le sorti del campionato si è presentata in campo con gli Juniores della prima squadra: Calabretta, Ruocco, Puzone, Cannavo’ e Calcagno, titolari nel campionato di  Eccellenza, hanno fatto la differenza.
Città di Messina – Garden Sport 4-1
Marcatori: 3’ Calcagno, 30’ e 53’ Cannavò, 33’ De Gregorio, 51’Pruiti Ciarello, 8’ st Cannavò.
Città di Messina: Calabretta, Ruocco, Migliardi (63’Conti Nibali), Ricciardo (61’ A. Bonamonte), Puzone, Marchese, Pruiti Ciarello, Pinizzotto, Cannavò (89’Oliveri), Maggioloti (82’Nicolò), Calcagno (77’ Giacobbe). Allenatore: Lucio D’Andrea.
Garden Sport: Papale (46’Puglia), Munafò, Ginagò (70’ Gismondo), Lo Schiavo, Angrisani, Micari, Mazzullo (53’ Fantino), Schifano (53’ Pino), De Gregorio, Romeo, Conti (55’ Scopelliti).  Allenatore: Sebastiano Basile.
Arbitro: Vincenzo Rosano di Messina.
Ammoniti: 26’ Ricciardo, 47’ Maggioloti, 48’ Migliardi,  88’ Conti Nibali, 91’ Pruiti Ciarello (Città di Messina); 29’ Lo Schiavo, 43’  Mazzullo, 44’ Micari,  50’ Romeo, 79’ Agrisani.
Espulsi: 92’Angrisani doppia ammonizione.