Tennistavolo Paralimpici: Gli azzurri del ct messinese Arcigli conquistano: due ori, un argento e 4 bronzi a Lignano.

Si è conclusa anche la competizione a squadre al Lignano Master Open Paralimpico ITTF. I colori azzurri ancora sul podio con un oro, un argento e due bronzi, dopo l’oro della friulana Pamela Pezzutto ed i due bronzi di Clara Podda e Michela Brunelli, già conquistati nelle gare individuali. L’Italia ha conquistato un’altra medaglia d’oro, davanti alle telecamere di Rai Sport, con la squadra composta da Pamela Pezzutto e Clara Podda nella classe 1-2 femminile. Le azzurre, già oro e bronzo individuale due giorni fa, hanno nettamente dominato la categoria battendo in finale la formazione mista Russia-Polonia per 3-1 con due punti dell’imbattuta e, qui apparsa anche imbattibile, Pezzutto e quello del doppio. In precedenza le azzurre avevano superato in semifinale la Francia sempre con il risultato di 3-1.
Oggi è arrivato anche un ottimo argento con la nostra squadra femminile composta da Valeria Zorzetto e Marisa Nardelli che nella classe 5 hanno prima superato vincendo 3-1 la mista Austria-Korea in semifinale e poi sono state fermate in finale dalla Svezia che le ha battute anche in questo caso per 3-1. Restando nel femminile solo un quinto posto per la squadra formata da Michela Brunelli e Federica Cudia che dopo aver vinto ieri il girone con due partite durate quasi sei ore complessivamente, hanno di nuovo affrontato un incontro maratona nel quarto di finale contro la Corea da cui sono state sconfitte per tre a due. All’Italia non è bastata una grande Brunelli autrice di due punti.
Se dalle ragazze in carrozzina, vicecampionesse olimpiche e del mondo a squadre, arrivano spesso successi e medaglie, e loro sanno perfettamente che confermarsi spesso è più difficile che sorprendere, particolarmente significativo è in questa occasione il bronzo conquistato nella classe 6 maschile da Davide Scazzieri e Raimondo Alecci, una coppia di recente formazione che sta già conquistando grandi consensi e dando forti emozioni. Gli azzurri dopo aver superato il proprio girone hanno battuto la Francia per 3-2 nei quarti, poi sono stati sconfitti dalla Danimarca ancora per 3-2 in semifinale e infine hanno saputo imporsi ancora con un combattuto 3-2 sulla Russia conquistando un meritatissimo terzo posto.
Una medaglia inattesa è arrivata “in comproprietà” dalla squadra mista formata dalla nostra Patrizia Saccà e dalla serba Podavic che nella classe 4 hanno perso la semifinale con la Serbia ma hanno poi ottenuto un importante successo nella finale dei terzi sulla Slovenia.  Infine ha raggiunto la finale per il terzo posto anche la squadra formata da Salvatore Caci e Nicola Molitierno, perdendola contro la Francia per 3-0, dovendosi di conseguenza accontentare del quarto posto. In precedenza i due azzurri dopo il superamento del girone avevano sconfitto la Slovacchia per 3-2 nei quarti poi hanno perso nella semifinale contro la Turchia ancora per 3-2.
La grande manifestazione internazionale premiata soprattutto dalle parole del delegato ITTF Goran Vetcko e da quelle del Presidente del Comitato ITaliano Paralimpico Luca Pancalli, che hanno espresso in questi giorni grande apprezzamento al Presidente Sciannimanico ed a tutto lo staff e agli arbitri, per il livello organizzativo dell’evento, si è conclusa con la cerimonia di premiazione di tutte le dieci classi sia maschili che femminili di singolare ed a squadre.