Domani alla Cittadella il derby tra la capolista Cus Messina e la Pgs Barcellona.

Partita di cartello sul sintetico della Cittadella Universitaria dell’Annunziata per la quarta volta in questa stagione si scontreranno nel classico derby la capolista Cus Messina e la PGS Don Bosco Barcellona, ancora in lotta per la seconda piazza che vorrebbe dire qualificazione allo spareggio nazionale per l’accesso alla fase finale dei play-off promozione, obbiettivo invece sempre più vicino al Cus Messina del Commissario Sergio Cama.
Il bilancio degli incontri di quest’anno parla di due vittorie di cui una nella gara di andata di campionato per i cussini quando si imposero con un netto 5 a 0, le altre due gare si sono giocate in Coppa Italia.  Centrare un’altra vittoria dopo la bella affermazione esterna ottenua nel turno infrasettimanale contro il Cus Catania significherebbe fare un altro passo decisivo in classifica contro un avversaria come sempre difficile da affrontare in questo momento attardata dai cussini di ben 6 punti.  La gara richiamerà sulle tribune dell’impianto universitario sicuramente una discreta cornice di pubblico come è stata nell’ultima gara interna contro l’HC Giardini quando il sostegno del pubblico fu decisivo per il raggiungimento dell’importantissimo risultato finale.
Come dice l’esperto difensore centrale Ivan Esposito se si vuole comunque proseguire la strada, verso la vittoria di questo nostro magnifico campionato non ci sono alternative alla vittoria di questo derby , non possiamo rischiare sul più bello di rovinare quanto di buono fatto fino a questo momento”.  Anche il centrocampista Giovanni Sergi e in linea con il  suo compagno di squadra  “una cosa è certa, siamo obbligati a vincere specie d’avanti ai nostri sempre più numerosi tifosi che in questo campionato non ci hanno mai fatto mancare il loro sostegno”.
Per la gara sicuro l’impiego dell’egiziano Hamed Said nella zona avanzata e i rientri dopo il turn over  nella gara di  mercoledì contro gli etnei,  di Daniele Intersimone, Giovanni Sergi e Giuliano Subba, qualche preoccupazione destano le condizioni di Federico Cardella alle prese con un problema alla caviglia destra, per il suo impiego sarà presa una decisione prima dell’inizio della gara stessa.
I convocati per la gara: Mangano, Subba, Colombo, D’Andrea, Esposito, Intersimone D. Spignolo, L. Intersimone F., Hamed Said, Provenzale An., Sergi, Siracusa, Calabrese, Meesa, Cardella, Provenzale. All. Spignolo/Intersimone.