Grande vittoria dello Sparagonà che conquista la finale Play-off in casa dell’Akron Sport Savoca: decide al 90′ Andrea Carnabuci. Rete annullata ai savocesi.

Grande prova del Calcio Sparagonà che sbanca il comunale di Rina superando la formazione di casa dell’Akron Sport Savoca nella gara di semifinale dei Play-off di Terza Categoria. Una vittoria meritata  quella ottenuta dai santateresini che hanno colpito con il fattore “Carnabuci”: Simone e Andrea regalano la qualificazione alla finale di domenica prossima sul campo del Gescal per il Salto di Categoria.

Succede di  tutto nella gara che valeva un’intera stagione: pubblico delle grandi occasioni, gara spettacolare, sagra di gol mancati sponda Sparagonà, tre gol, espulsione di Maimone, barella in campo per l’infortunio a E. Casablanca,  gol annullato nei secondi finali all’Akron Sport Savoca con contestazione finale nei confronti della terna arbitrale.

Al triplice fischio finale dopo 10’ di recupero la gioia dei giocatori in maglia rossa e il tripudio della numerosa tifoseria presente sugli spalti di Rina. Sarà il Calcio Sparagonà a contendere al Gescal la vittoria dei play-off che  vale la partecipazione al prossimo campionato di Seconda Categoria.
Dicevamo il risultato è giusto, al di là dell’episodio del gol annullato per fuorigioco nei secondi finali, con lo Sparagonà che ha legittimato la vittoria per tutti i novanta minuti di gara: nel primo tempo con la rete di Simone Carnabuci (gol del vantaggio, gol sbagliati e traversa colpita)  in giornata superlativa una vera spina nel fianco nella retroguardia savocese che al 14’ si fa sorprendere dell’attaccante santateresino ben servito da E. Casablanca elude il difensore Spadaro penetra in area savocese senza dare scampo al portiere Miceli che si deve inchinare al  diagonale del bomber ospite. Nemmeno il tempo di godersi il vantaggio che l’Akron Sport Savoca ristabilisce la parità con il solito Claudio Spadaro: sugli sviluppi di una punizione ristabilisce la parità.
Due fiammate poi nient’altro fino al 35’ quando Stracuzzi dalla sinistra cerca il gol con Ripano che manda in angolo. Nell’ultimo giro dell’orologio prima del riposo il Calcio Sparagonà costruisce due limpide occasioni per portarsi in vantaggio: spettacolare la prima al 44’ Massimo Cannata dalla destra mette sul lato opposto per Crisafulli che conclude con un insidioso diagonale che fa la barba al sette. Dopo un minuto lo scatenato Simone Carnabuci riscalda i guanti all’ottimo Miceli che salva la propria porta.
Al rientro in campo i due allenatori confermano l’undici iniziale, sono gli ospiti che inseriscono la “turbina” infatti i ragazzi di mister Enzo Famulari fanno a gara a mancare il bersaglio sprecando in più di una circostanza il vantaggio: 50’ Andrea Casablanca costringe in angolo Miceli, al 53’ Simone Carnabuci fallire clamorosamente il vantaggio manda fuori da favorevole posizione,al 54′ colpisce la traversacon Miceli fuori causa, al 61′ tocca a Roberto Crisafulli.
L’Akron Sport Savoca? I ragazzi di mister Mimmo Moschella sembrano frastornati lontani parenti della squadra del primo tempo, incapace di controbattere all’offensiva dello Sparagonà. La reazione arriva dai piedi di Luchino al 56’, al 60’ con un tiro da fuori di Claudio Spadaro che si rende pericoloso al 65’ con un tiro in diagonale che attraversa l’intero specchio della porta difesa da Ripano con la palla che passa di poco a lato. Passata la reazione savocese, sono ancora gli ospiti a rendersi pericolosi con Enrico Casablanca che manda di poco sopra la traversa.
Al 80’ l’arbitro espelle il difensore savocese Nino Maimone per doppia ammonizione per un fallo ai danni di Enrico Casablanca costretto ad abbandonare il campo per infortunio alla caviglia, fallo che provoca il secondo cartellino giallo che lascia in dieci la formazione di Mimmo Moschella  subisce il vantaggio ospite con il neo entrato Andrea Carnabuci che brucia con un preciso tiro la rete difesa da Miceli. Esplode la gioia in campo e sugli spalti consapevoli (mancavano una manciata di minuti al termine) che il vantaggio significava acceso alla finale. L’Akron Sport Savoca reagisce non con troppa convinzione, intanto il direttore di gara Domenico Brigandì comunica il recupero di 10’ persi in seguito all’infortunio di Casablanca.
Mister Mimmo Moschella carica i suoi che si buttano in avanti nei secondi finali mischia in area santateresina con palla che arriva a Luchino che indirizza verso la porta sguarnita sulla traiettoria intervengono i difensori ospiti che la spingono in fondo al sacco. Ma la rete viene annullata da Brigandì su segnalazione del guardalinee per la posizione irregolare di Luchino. Scoppia il finimondo con i giocatori savocesi che accerchiano il guardalinee ma la decisione non cambia.

Ritornata la calma arriva il triplice fischio finale che fa esplodere di gioia i giocatori dello Sparagonà che vanno a festeggiare sotto la gradinata  con i tifosi festanti. Il Calcio Sparagonà  rimane ancora in corsa per salire in Seconda Categoria, l’Akron Sport Savoca esce sconfitta dalla lotteria dei play-off che significa permanenza in Terza Categoria.

Akron Sport Savoca   1    Calcio Sparagonà   2
Marcatori: 14’ Simone Carnabuci, 16’ C. Spadaro, 90’ Andrea Carnabuci.
Akron Sport Savoca: Miceli, Maimone, P. Spadaro (55’ G. Mantarro), Bonvegna, P. Mantarro ( 91’ Ragusa), Ferraro ( 65’ D. Impellizzeri), Stacuzzi, Rizzo, Casablanca ( 80’ L. Santoro), Luchino,C. Spadaro. All: Mimmo Moschella.
Calcio Sparagonà: Ripano, Savoca, Palella, Silvio, Santoro, A. Casablanca (77’ A. Carnabuci), Crisafulli, Leo, Cannata, E. Casablanca (84’ Naccari), S. Carnabuci (91’ Ruggeri). All: Enzo Famulari.
Espulso: 80’ Nino Maimone per doppia ammonizione.
Arbitro: Domenico Brigandì. Assistenti: Raffa e Bottaro.

Di Mimmo Muscolino