Tirreno Cup: Real Gabbiano, Milazzo, Gallicese e Valle del Mela i vincitori della 5° Edizione.

Real Gabbiano nei pulcini, Milazzo esordienti, Gallicese Giovanissimi e Valle del Mela Allievi scrivono il proprio nome nell’Albo D’Oro della 5° Edizione della “Tirreno Cup” organizzata da Placido Alacqua.
E’ il terreno di Giammoro ad ospitare l’epilogo della 5^ edizione del Tirreno Cup. Il pomeriggio riservava tre appuntamenti con le finali degli Esordienti, Giovanissimi ed Allievi mentre  tra i Pulcini i giochi s’erano chiusi con la vittoria del Real Gabbiano.

Categoria Esordienti – Nella mattinata, tra gli esordienti, le semifinali avevano dato il pass a Milazzo e Citta’ di Naro che avevano rispettivamente avuto la meglio entrambi ai rigori  sul Valle del Mela (1-1)  ed il Gi.Fra. Milazzo. I  rossoblù di Rasà in finale hanno vinto per 1-0.

Categoria Giovanissimi – Tra i Giovanissimi a contendersi la vittoria finale Promosport e Gallicese. I calabresi, alla fine vincitori, hanno elogiato la formula del torneo che li ha praticamente rimessi in giuoco dopo l’inizio torneo non al massimo. Battendo il Randazzo(1-0) i ragazzi di Gattuso si sono conquistati la finale mentre la Promosport ha vinto sul Valle del Mela(2-1). Un goal nel finale di gara ha permesso ai ragazzi di Gallico di conquistare la vittoria.

Categoria Allievi: L’ultimo confronto, riservato agli allievi, ha riproposto un confronto già visto durante la stagione: Valle del Mela- Milazzo. I locali in semifinale hanno battuto(1-0) di misura la Giovanile Rometta mentre il Pachino ha dato via libera al Milazzo. La finale è stato molto tonica ed agonisticamente troppo sentita. Il Valle, pur largamente rimaneggiato, ha ben tenuto il campo ed in apertura di ripresa ha fatto centro con Terrizzi che ha ribadito in rete un rigore tirato da Milano respinto dal portiere. Il fallo nettissimo è stato commesso sullo sgusciante La Fauci. Il Milazzo non è stato capace d’imbastire azioni degne di nota  e, convinto com’era di vincere a mani basse, è stato incapace di creare veri pericoli all’indirizzo di Scibilia lasciandosi andare in sterile proteste. Finisce con il tripudio del Valle del Mela e le poco decorose scenate del Milazzo che non ha digerito la sconfitta che il campo ha sancito.

Tutto ciò ha convinto i direttori di gara a non presenziare alla cerimonia di premiazione. Dopo le gare, Placidino Alacqua, ideatore del torneo, ha ringraziato tutti ed ha dirigendo le operazioni di premiazione convinto di poter organizzare ancor meglio la prossima edizione. Particolarmente bello il gemellaggio e la coreografia spontanea tra i ragazzi del Valle del Mela e quelli del Pachino.