Puntuale la stangata per l’Akron Sport Savoca: 500,00 Euro di Multa e otto giornate a Bonvegna.

Come previsto è arrivata la stangata per l’Akron Sport Savoca da parte del Giudice Sportivo Francesco Capillo per quanto è accaduto nei minuti finali della gara di semifinale Play-Off di Terza Categoria – Girone B – di domenica scorsa tra i padroni di casa dell’Akron Savoca e Calcio Sparagonà.
Multa di 500, 00 euro alla Società, otto giornate di squalifica al giocatore Cristian Bonvegna, oltre alla squalifica per una giornata al difensore Nino Maimone espulso nel corso della  gara.
Vediamo nel dettaglio i provvedimenti adottati dal Giudice Sportivo:

Multa alla Società: La Società deve pagare una ammenda di 500,00 Euro “Per indebito ingresso di un proprio sostenitore sul terreno di gioco che prendeva  – prima – per il collo l’A.A. n. 2 e, successivamente, lo colpiva con uno schiaffo”.

Otto giornate a Cristian Bonvegna: “ Per contegno minaccioso nei confronti di un A.A. e per aver tentato di colpirlo con un calcio, non riuscendoci per l’intervento di terzi”.

Una giornata a Nino Maimone: Un turno di squalifica per il difensore Nino Maimone espulso per doppia ammonizione nella ripresa per gioco falloso nei confronti di un avversario.

Cosa è successo nei secondi finali della gara che vede il Calcio Sparagonà condurre per 2-1 sull’Akron Sport Savoca? Il direttore di gara su segnalazione dell’assistente annulla il gol del pareggio ai savocesi per presunto fuorigioco di Dario Luchino. Pronte le reazioni dei giocatori savocesi che accerchiano l’assistente dell’arbitro Domenico Brigandì, con qualche giocatore preso dal nervosismo eccede nel comportamento di protesta. Dulcis fundis al triplice fischio finale il comportamento di un pseudo-tifoso savocese.
Oltre l’amaro in bocca per la sconfitta, adesso i dirigenti e il Presidente – Cosimo Ferraro – pagano dazio, non per il loro comportamento, ma per colpa di altri.