Si prospetta una Seconda Categoria ricca di derby: sette le squadre joniche al via.

Si prospetta una Seconda Categoria interessante per la prossima annata calcistica 2011-12 con la presenza di diverse compagini del comprensorio jonico che va da Capo Alì alla Valle dell’Alcantara. Al momento in base ai verdetti emessi dai vari campionati da poco terminati ben sette saranno le squadre che rappresenteranno la riviera jonica nel prossimo campionato di Seconda Categoria che si prospetta ricco di derby su tutti la stracittadina Robur-Letojanni.
Ai nastri di partenza ( salvo ripescaggi, rinunce o fusioni) troveremo il Città di Gaggi, Sporting Club Taormina, Robur, Letojanni, le retrocesse Antillese e S. Alessio e la neo promossa Alì Terme. Alle sette sorelle si potrebbe aggiungere il Mongiuffi Melia se vince la finale del “Trofeo delle Provincie” in programma Mercoledi 22 Giugno. Questa l’ipotesi di un probabile girone tutto formato dalle nostre squadre che rappresentano paesi che hanno alle spalle una tradizione calcistica storica. Sarebbe un vero peccato se la Figc come è successo due anni orsono (Atl. Roccalumera e Furci inserite nel girone tutto messinese), invece, Robur, Antillese, S. Alessio, Città di Gaggi, Sporting Club Taormina (ex Castelmola) in quello catanese. Speriamo di no, ne vale lo spettacolo oltre ad passionare i tifosi.

Città di Gaggi: Dicevamo ai blocchi di partenza il Città di Gaggi del Presidente Domenico Muscolino che dopo il quarto posto nell’ultima stagione, punta ad un campionato da protagonista dopo  aver perso i play-off nella gara con il Randazzo.

Robur: Parte con i favori della vittoria finale, dopo aver perso due finali play-off consecutive (Antillese e Randazzo) la Robur di Letojanni del Presidente – Carmelo Laganà – che punta al ritorno in Prima Categoria con al timone sempre con il duo Ruggeri – Fasolo.

Sporting Club Taormina: Punta in alto anche lo Sporting Club Taormina, sconfitta nei play-off dalla Robur per la prossima stagione la dirigenza taorminese è intenzionata al salto di categoria, al riguardo sta cercando di allestire partendo dall’organico della scorsa stagione, una compagine competitiva ad iniziare dalla panchina: Vittorio Schifilliti, un nome una garanzia, oltre all’arrivo dell’esperto Nicola Sciglio.

Asd Letojanni: L’altra compagine letojannese, l’Asd Letojanni del giovane Presidente – Alessio Camarda – che punta ad un campionato tranquillo sempre in panchina con mister Intelisano.

Antillese e S. Alessio: Anche le due retrocesse Antillese e S. Alessio puntano in alto: l’Antillese sempre sotto la direzione del Presidente – Guglielmo Mastroeni – si affida sempre alla valorizzazione dei giovani talenti locali non è da sottovalutare. Anche la Polisportiva S. Alessio dopo la retrocessione cambia completamente pagina: innanzitutto un nome nuovo in panchina il giovane Peppe Mangiò al timone di una squadra giovane matura dopo l’esperienza di un campionato di Prima Categoria. Pur retrocedendo la compagine del Presidente – Mimmo Costa – ha valorizzato i giovani che nel prossimo campionato sicuramente con l’esperienza acquisita la sfrutteranno per il traguardo più ambito il ritorno in Prima categoria.

Alì Terme: Infine la matricola Alì Terme del presidente – Piero Mosca – compagine forte con il fiore all’occhiello Ivan Briguglio, sulle ali dell’entusiasmo può essere la vera rivelazione del prossimo torneo magari ripetendo la stessa impresa riuscita al Furci e Atl. Roccalumera che in due anni sono passati dalla Terza Categoria alla Prima Categoria. Il programma del team aliese è ambizioso vedremo cosa succederà.