Il Rally Alpi Orientali di Udine rinvia la festa tricolore per il pilota santateresino Andrea Nucita.

Un problema al sensore dei giri e l’afflosciamento di una gomma, impediscono al campione della scuderia Phoenix di chiudere i giochi per il CIR Junior e per il Trofeo Renault Clio R3 Top al Rally Alpi Orientali, rimandando coppe e champagne al San Martino di Castrozza, ultima tappa del tricolore 2011.
Festeggiamenti rimandati a casa Nucita. Così come era successo al Rally del Salento, la sfortuna ha di nuovo fatto capolino sulla Renault New Clio R3C del team PA Racing nella gara clou del CIR: il Rally Alpi Orientali, al termine del quale ci si aspettava il punto definitivo ad una stagione dominata in lungo e largo dal giovane Andrea Nucita. Invece sarà l’ottavo e ultimo appuntamento della serie, il San Martino di Castrozza, ad incoronare il vincitore tra gli Junior e nel monomarca francese.
Ritornando alla gara friulana, il giovane ventunenne ha dovuto fare i conti per due giorni interi con inspiegabili cali di potenza che l’hanno rallentato notevolmente lungo tutte le speciali, riuscendo, malgrado ciò, a chiudere la prima tappa al primo posto di classe R3C ed al quinto in classifica generale. Ma è il giorno seguente, durante il nono tratto cronometrato, che arriva la doccia fredda; un impensato e incomprensibile afflosciamento dell’anteriore destra fa perdere al driver santateresino oltre un minuto e con esso un inevitabile ed incolmabile gap dai migliori. Degno di nota, uno straordinario quarto tempo assoluto sull’ultima prova, “Trìbil”, che mette per l’ennesima volta in risalto le potenzialità dell’asso messinese.
“Una battuta d’arresto che a questo punto della stagione non ci voleva . Però non tutto è perduto; ancora manca una gara e noi faremo il massimo per coronare un’annata ricca di tante soddisfazioni.” – questo il commento di Andrea Nucita a fine gara.