Atletico Pedara in rimonta supera 4-1 l’Inessa Giarre.

Grande carattere per i ragazzi di Salvatore Torrisi che sotto di un gol non hanno perso la testa con grande determinazione prima pareggiano con Di Benedetto, poi legittimano la vittoria nella ripresa, imponendosi al termine dei 90’ con il punteggio di 4-1.
Non è bastata la buona volontà all’Inessa Giarre priva di alcuni giocatori squalificati ha tenuto testa ai padroni di casa per gran  parte della gara chiudendo la prima frazione di gara in parità, il crollo è arrivato nella ripresa sotto i colpi dell’Atletico Pedara.
La gara è stata sempre in mano ai padroni di casa che nonostante la supremazia territoriale su un campo in pessime condizioni non riescono a scardinare la retroguardia ospite. Anzi in una ripartenza dell’Inessa Giarre errore della difesa del Pedara, come un falco ne approfitta Candido che non pensa due volte per mettere la palla alle spalle di Carbonaro. La gioia dura pochi minuti, infatti, arriva al 40’ il pareggio dei padroni di casa con un’azione iniziata da Rizzo assist per Di Benedetto che finalizza in rete la splendida manovra.
Sul punteggio di 1-1 si conclude il primo tempo. Al rientro in campo la musica ha un solo spartito: l’Atletico Pedara che cerca il gol del vantaggio che arriva al 57’ con protagonista ancora una volta Di Benedetto con un tiro che scavalca il portiere ospite Patanè mettendo a segno la sua doppietta personale. Il forcing locale non si placa al 67’ arriva il 3-1 di Bisicchia, allo scadere il neo entrato Milici messo in campo al posto di Di Benedetto con un preciso diagonale sigla il 4-1 che poi risulta quello definitivo.
Atletico Pedara   4     Inessa  Giarre  1

Marcatori: 32’ Candido, 40’ e 57’ Di Benedetto, 67’ Bisicchia, 92’ Milici.
Atletico Pedara: Carbonaro, La Rocca, Fallica, Allegra (82’ Moschetto E.), Bisicchia, Cantarella, Rizzo (82’ Pappalardo), Alessandrino, Tosto, Borzì, Di Bendetto (75’ Milici). All. Salvatore Torrisi.
Inessa Giarre: Patanè, Cuntrò, Zappalà, Leonardi (82’ Gigilio), Fichera, Costa, Guarrera (85’ Violetta), Patanè, Candido, Cavallaro (55’ Contarino), Condorelli. All. Eugenio Seminara.
Arbitro: Fabiano di Messina.
Espulso: Fichera.