Il Pompei rifila una secca quaterna alla Futura Messina: doppietta di Paludetti.

Al campo comunale dell’Annunziata si affrontano il Pompei reduce da 4 vittorie consecutive e il Futura Messina reduce da una sconfitta casalinga. Le condizioni meteo non sono delle migliori, un clima freddo e umido, con cielo coperto, nonostante la presenza di qualche pozzanghera in campo ha permesso alle due squadre l’inizio della partita.La gara : Dopo pochi minuti dal fischio iniziale sono i padroni di casa a rendersi pericolosi: punizione battuta dal centro campo da Alessandro Tuttobene  mette in aria un bel traversone, servendo Paludetti, con un ottimo controllo salta il terzino portandosi vicino al dischetto, calcia la sfera colpisce la traversa e poi viene recuperata dall’estremo difensore. Al 7’ Santamaria dopo un azione personale sulla fascia sinistra, serve Paludetti dribbla un avversario, da circa 25 metri fa partire un tiro forte e preciso, la palla s’insacca sotto l’incrocio dove nulla può l’estremo difensore del Futura.
Pronta la risposta della Futura Messina su un calcio piazzato battuto da Cutaia, serve Morabito colpisce la palla di testa, il tiro è centrale, Baradello blocca senza nessuna difficoltà. Al 15’ Amato cerca di servire Paludetti con un passaggio filtrante, la sfera viene intercetta dal centrale, l’attaccante come un rapace ruba la palla dai piedi dell’avversario entrando in aria, ma da pochi metri il portiere gli negà la doppietta deviando in angolo. Al 34’ ancora Alessandro, Tuttobene dal centro campo lancia l’esterno Laganà, con uno scatto salta l’avversario, entra in aria calcia da una posizione defilata, ma il palo gli nega la gioia del goal. La reazione della Futura arriva sempre su calcio piazzato battuto da Cutaia, dai 30 metri circa calcia in porta, un tiro forte ma poco preciso, l’estremo difensore del Pompei si fa trovare pronto e blocca in due tempi. A pochi minuti dalla fine dei tempi regolamentari la squadra di casa raddoppia. Su un calcio piazzato dal limite d’aria, s’incarica della battuta Paludetti, con un tiro forte e preciso piazza la sfera all’angolino basso.
Secondo Tempo :  Sono sempre i padroni di casa a gestire palla e controllare l’incontro, cercando il terzo goal per chiudere l’incontro. Al 69’ ottima azione del Futura, dopo un rocambolesco rimpallo la sfera arriva nei piedi di Cariolo, viene fermato con un ottimo intervento in scivolata dal pilastro difensivo del Pompei  Alessandro Tuttobene  che allontana la sfera mandandola sul fondo. Al 77’ su un calcio piazzato battuto dall’onnipresente Alessandro Tuttobene, serve Amato che riesce a colpire di testa, la sfera lambisce il palo.
Sono sempre i padroni a rendersi pericolosi, dopo pochi minuti, sempre su un calcio piazzato da circa 25 metri, battuto da Laganà, il portiere respinge in angolo. Al 81’ la Pompei chiude l’incontro siglando il 3-0: Lisitano parte dal centro campo palla al piede salta un avversario, scambia con Amato che gliela ridà, salta l’ultimo difensore entra in aria e con freddezza batte l’estremo difensore.
Nei minuti finali il Pompei fa il poker al Futura. Su un calcio d’angolo battuto da Paludetti, mette in aria un bel traversone, il difensore non intercetta, la sfera filtra sul secondo palo dove è ben piazzato Amato che da pochi metri batte Bombaci. L’incontro termina dopo 3 minuti di recupero concessi dall’arbitro di gara, con il risultato di Polisportiva Pompei 4 – 0 Futura Messina. La Pompei porta a quota 5 le vittorie consecutive, con 21 goal fatti e 1 solo subito.

Polisportiva Pompei    4    Futura Messina  0

Marcatori: 7’ e 44’ Paludetti, 81’ Lisitano, 88’ Amato.
Pol. Pompei: Baradello (69’ Rasi),, Postorino, M. Lisitano, Al. Tuttobene , Pernice, Santamaria, Buscaino 61’ Filippo), Modica, Laganà (84’ Lo Piano), Amato, Paludetti. All. Francesco Speranza.Futura Messina : Bombaci, Barilà, Grellau, Longone (46’ Votelli), Morabito, Gullì, Lucchese, Interisano. Schepis (46’ Cariolo), Mangano, Cutaia. All: Camillo Orlando.Arbitro : Giuseppe GarzoAmmoniti: Lisitano e Pernice (Pompei), Morabito e Lucchese (Futura).Espulso: Mangano.