Colpiti pali e traverse ma il risultato non cambia: 0-0 tra Med. Nizza – Igea Virtus

Di solito quanto una partita si conclude sul punteggio di 0-0 si pensa ad una gara monotona, priva di emozioni ed occasioni da rete. Non è il caso dell’anticipo della prima giornata di ritorno del campionato di Prima Categoria tra la Mediterranea Nizza e l’Igea Virtus.
Una gara tra giallorossi che hanno cercato di superarsi a vicenda ma per tre volte i pali hanno smorzato la gioia del gol: al 58’ è stato Ruggeri con un gran tiro dall’estremità sinistra dell’area manda la palla a stamparsi sulla traversa. Al 80’ tocca ai padroni di casa  su calcio piazzato di Vlad colpire il palo della porta di Panarello. A tempo praticamente scaduto la seconda traversa per gli ospiti colpita da Genovese. Pari a rete bianche con la divisione della posta che fa perdere il primato ai barcellonesi che incamerano il sesto pareggio stagionale, un punto prestigioso per i ragazzi di Mimmo Ucchino contro la blasonata Igea.

La gara: Le due compagini scendono in campo con diverse assenze Romeo tra le file di casa (squalificato), Bongiovanni, Serraino (infortunati) e Floramo (febbricitante) per  gli ospiti. In una giornata fredda le due formazioni si studiano a centrocampo con il gioco che stenta a decollare con i due schieramenti che si annullano reciporocamente. A metà del primo tempo sono gli ospiti che cercano con più convinzione il gol con Genovese con un destro di precisione mette nelle condizioni il portiere Panarello di intercettare la minaccia deviando in calcio d’angolo. Pronta la risposta dei nizzardi con Rao servito da Vlad a tu per tu con Munafò sbaglia una delle più ghiotte occasioni per portarsi in vantaggio. Nel finale di tempo sono i padroni di casa più determinati nella ricerca del gol ad andare vicinissimo al vantaggio al 41’ con la più classica azione di rimessa  con Principato che fa fuori il portiere in uscita ma sulla linea salva Cataldi.
Nella ripresa il copione non cambia, anzi sono gli ospiti che premono sull’acceleratore alla ricerca del vantaggio creando diverse opportunità da rete: al 50’ Genovese si vede parare con i piedi il suo insidioso tiro, al 52’ colpo di testa di Pandolfo di poco fuori, al 55’ Mondello sempre di testa lambisce il palo. Poi entrano in scena i “legni” che per tre volte dicono di no. Il finale vede l’espulsione del neo entrato Stramandino che dopo tre minuti è costretto a lasciare il terreno di gioco, in pieno recupero Leopardi subisce il secondo cartellino giallo che lo costringe anzitempo lasciare il terreno di gioco.

Mediterranea Nizza  0    Igea Virtus Barcellona  0

Mediterranea Nizza: Panarello, Di Bella, Bertuccelli, Sentineri C. (77’ Lenzo), Coledi, Ant. Zanino, Rao (70’ Lisci), Micalizzi (90’ Occhino), Principato, Leopardi, Vlad. All: Mimmo Ucchino.
Igea Virtus Barcellona: Munafò, Matay, Rappazzo (65’ Castellino), Piccolo (80’ Stramandino), Ravidà, Cataldi, Ruggeri, Pandolfo, Mondello, Biondo, Genovese. All: De Salvo.
Arbitro: Antonio Grasso di Acireale.
Espulsi: 83’ Stramandino. 87’ Leopardi per doppia ammonizione.
Ammoniti: Ant. Zanino,  Rao e Micalizzi (M.Nizza); Ravidà e Cataldi (Igea Virtus).