3^ Cat. – Il Contesse blocca lo Zafferia. Quaterna del Camaro, l’Uragano Cep soffre con la Gioventù. Tonfo dell’Aria Preziosa.

Il Contesse blocca in casa la capolista Zafferia. Facile vittoria del Camaro Messina 4-1 alla Decima Mas. Vittoria di misura dell’Uragono Cep sulla Gioventù S. Teresa, dilaga il Pompei in casa dell’Aria Preziosa. Il Futura Messina espugna il campo del Team Scaletta (4-2), un gol per tempo alla fine 1-1 tra Calcio Sparagonà e Fiumedinisi. Con il classico risultato di 2-0 la Dominus Peloro passa a Nizza.
Zafferia – Contesse: Si conclude ad reti inviolante l’attesa gara tra lo Zafferia capolista del Girone B e il Contesse di mister Andrea Argento che esce indenne dallo scontro con i primi della classe. Per la prima volta in campionato l’attacco dell Contesse rimane all’asciutto. Un pari che rallenta la corsa dello Zafferia, dà fiducia ai ragazzi di Argento che si confermano la quinta forza del torneo.
Aria Preziosa – Pompei: Cinquina della Polisportiva Pompei ai danni dell’Aria Preziosa che si conferma al Comunale di Bucalo la quarta forza del campionato. Il Pompei sblocca il risultato al 13’ con l’esterno sinistro Laganà che finalizza una azione iniziata dal duo Buscaino- Paludetti.  La reazione dei padroni di casa al 23’  su calcio di rigore decretato per fallo di Laganà su Antonino Santoro che lo stesso trasforma.
Il Pompei non si demoralizza e dopo due minuti si riporta nuovamente in vantaggio sugli sviluppi di un calcio di punizione la palla arriva a Paludetti  controlla la sfera e con tiro a volo dal limite non perdona il numero uno locale. Nella ripresa si aspettava l’Aria Preziosa, invece, sono gli ospiti ad andare in gol al 69’ sempre Buscaino protagonista serve Amato che sigla il 3-1. Al 75’ arriva il gol personale di Laganà che supera in uscita il portiere Latto per il 4-1. Con un tiro dal limite di Alessandro su passaggio di Laganà arriva il definitivo 5-1 per il Pompei.
Calcio Sparagonà – Fiumedinisi: Si conclude sul punteggio di 1-1 il derby jonico tra il Calcio Sparagonà e il Fiumedinisi. Una gara ben giocata da entrambe le formazioni, con i padroni di casa scesi sul rettangolo di gioco con un undici decimato dalle squalifiche dopo aver subito il gol alla fine del primo tempo, ad inizio ripresa riescono ad ristabilire la parità. A sbloccare il risultato al 40’ sono gli ospiti con Bertino che finalizza in rete una corale manovra iniziata da Caminiti e passata dai due Papale.  Al rientro in campo il Calcio Sparagonà dopo due minuti siglano il pareggio con una magistrale punizione dal limite di Andrea Casablanca.
Uragano Cep – Gioventù S. Teresa: Terzo risultato utile consecutivo per l’Uragano Cep che dopo la vittoria per 1-0 sul fanalino di coda Gioventù S. Teresa si conferma in terza posizione con 24 punti a soli due punti dalla capolista Zafferia. Non è stato facile domare gli ultimi della classe che hanno fatto sudare i vari Ristagno, Maniaci e Scarantino. Proprio il veterano Natale Scarantino ad inizio della ripresa mette a segno il gol della vittoria che consente ai ragazzi di Ventra di conquistare tre preziosi punti.
Camaro Messina – Decima Mas: Secco 4-1 del Camaro Messina ai danni della Decima Mas grazie alla doppietta di Carmelo Tripi, al gol di Morsicato e Ferrara su rigore, per gli ospiti il gol della bandiera di Speranza. Una vittoria mai messa in dubbio che consente al Camaro di portarsi ad un solo punto dalla capolista Zafferia fermata in casa dal Contesse.
Team Scaletta – Futura Messina: Gara spettacolare giocata a viso aperto, con continui rovesciamenti di frontee, alla fine ad aggiudicarsi l’intera posta in palio sono gli ospiti della Futura Messina che escono dal Comunale di Itala vincenti per 4-2. Aprono le marcature i padroni di casa al 20’ con Bottari che finalizza un perfetto passaggio di Zouhir. Nemmeno il tempo di festeggiare arriva il pareggio degli ospiti, abili a sfruttare con Cannavò una disattenzione della retroguardia locale. Passano due minuti arriva la doccia fredda per il Team Scaletta che subisce il raddoppio ad opera di Cutaia che da fuori sigla il 2-1. Nella ripresa al 58’ arriva il pareggio dei padroni di casa con il solito Bottari. La gara è vivace con entrambi le formazioni che cercano la vittoria, al 73’ sugli sviluppi di un calcio d’angolo arriva il vantaggio della Futura Messina con un colpo di testa di Galtieri. All’85’ chiude definitivamente la pratica Cannavò per il 4-2 finale.
Real Nizza – Dominus Peloro: Succede tutto nella ripresa al Comunale di Nizza, una gara che si risolve in favore della compagine peloritana che conquista l’intera posta in palio. Dopo una prima frazione di gara equilibrata conclusasi sul punteggio di 0-0, nella ripresa arrivano i gol della Dominus Peloro: al 60’ è Foti a sbloccare il risultato, mentre il raddoppio arriva al 75’ su calcio di rigore per un fallo di mano di Interdonato, trasformato da Borgia. Il Real Nizza pur sotto di due reti ha cercato di rientrare in partita alla fine deve soccombere agli avversari.