Spettacolare Messina Sud – Igea Virtus: da 2-0 a 3-3. Ottimo l’arbitraggio.

Finisce con un pirotecnico 3 a 3 il big match della 18^ giornata del campionato di prima categoria tra la capolista Messina Sud e l’imbattuto Igea Virtus, non si sono fatti mancare niente le due squadre nel pomeriggio freddo e gelido di Mili Marina in un incontro che è stato un continuo susseguirsi di prodezze, errori clamorosi delle due difese ed anche degli attaccanti nonchè alcuni clamorosi svarioni di ambedue i portieri.
Si inizia  sotto una pioggia incessante e gelida con il campo sintetico che ben presto si rivela una trappola per i due portieri, 4-4-2 per il Messina Sud una sola punta invece per l’Igea Virtus: inizio subito aggressivo delle due squadre con interventi al limite ed in uno di questi ne fà le spese Cardia che dopo 10 minuti viene letteralmente falciato sulla trequarti ospite ed e costretto ad abbandonare il terreno di gioco per recarsi in Ospedale dove gli verrà riscontrata la frattura del gomito. Dopo i primi 15 minuti di studio è il Messina Sud a prendere il sopravvento con Piccolo in grande spolvero sull’out di sinistra, ed è proprio il giovane esterno del Messina Sud classe 93 che al 24′ porta in vantaggio il Messina Sud approfittando di un errore della retroguardia ospite.
Passano 5 minuti e De Luca inventa un assist al bacio per Buda che si invola solitario davanti al portiere Pontillo e lo batte in uscita l’uno-due della capolista sembra tramortire i giallorossi ospiti che rischiano ancora la capitolazione, ma dopo qualche attimo di sbandamento l’Igea Virtus come tutte le squadre di rango reagisce guadagnando campo ed accorciando le distanze al 35′ con Rappazzo abile a battere Parisi dopo un azione prolungata nell’area di rigore del Messina Sud e si conclude cosi il primo tempo.
La ripresa: I primi 10 minuti del secondo tempo sono un condensato di emozioni si inizia subito al 2′ quando l’arbitro il bravissimo Fortunato di Palermo concede il rigore ai Barcellonesi per un ingenuo quanto inutile fallo di Venuti con Castellino che trasforma malgrado Parisi avesse toccato il pallone. Passano due minuti e De Luca con un preciso calcio di punizione riporta in vantaggio la formazione cara al presidente Lillo Trimarchi, ma non è finita qui perche l’Igea Virtus si riporta in avanti a testa bassa e trova il pareggio sempre con Castellino abile a risolvere una mischia a seguito di un angolo battuto sul primo palo con i difensori del Messina Sud incapaci di allontanare il pallone.
il Messina Sud cerca di riportarsi in avanti ma Vescovo oggi in giornata no non riesce ad insaccare d testa due palloni serviti da Piccolo e Buda che avevano bisogno solo di essere spinti in porta termina qui la spinta della capolista che negli ultimi venti minuti paga la non perfetta condizione atletica di alcuni uomini e con L’Igea Virtus che tuttavia non ne approfitta, termina cosi l’incontro che non ha tradito le attese della vigilia e che lascia il campionato ancora incerto alla fine sicuramente sono i locali a recriminare per via del doppio vantaggio e per le occasioni sprecate per il quarto gol ed anche per una comunque marcata superiorità tecnica rispetto alla squadra Barcellonese che si è fatta sicuramente valere di più dal punto di vista atletico non eccezionale il gioco fatto solo da lanci di 30-40 metri per gli avanti.
Arbitraggio perfetto grande tifo sugli spalti con 500 persone che hanno assistito all’incontro con una buona rappresentanza ospite senza alcun problema concernente l’Ordine Pubblico.