Serie C Play – Off: Il Cus Messina vince gara 2 sul parquet di Mazara e conquista la finale.

Un’altra impresa per il CUS Messina di Pippo Sidoti che supera il Basket Mazara anche in gara2 e vola in finale. La formazione di coach Bonanno, invece, perde in un sol colpo imbattibilità casalinga e semifinale play-off ed è così costretto a rinviare alla prossima stagione il tentativo di scalata alla DNC.
I peloritani partono subito forte, decisi anche a cancellare l’opaca prestazione realizzativa di gara 1 al PalaNebiolo, e concretizzano al meglio il primo decisivo break. Nel gioco corale prodotto in questa fase dal team universitario, spicca l’ottima prestazione del diciottenne Azzaro, che mette a segno 9 dei suoi 11 punti totali.
Primo Quarto: Si conclude con gli ospiti in vantaggio 16-24, mentre i padroni di casa approfittano del primo mini-intervallo per riordinare le idee e ricucire lo strappo.
Secondo Quarto: Alla ripresa, però, si scatena Carlo Contaldo: l’esperto capitano cussino, con una prestazione di eccellente spessore, prende per mano la squadra nel momento di maggiore difficoltà e, realizzando 14 dei suoi 30 punti finali, vanifica gli sforzi degli atleti mazaresi firmando il +11 con cui le due squadre vanno al riposo lungo (33-44).
Terzo Quarto:La musica non cambia anche nel terzo quarto e la distanza tra i due quintetti si fa ancora più evidente. La svolta decisiva al 5’: ancora Contaldo piazza la tripla che vale il +20 dei messinesi (35-55) e nell’azione successiva Jovic commette in attacco il suo 5° fallo. Il Basket Mazara sembra ormai alle corde e incapace di reagire: le successive realizzazioni cussine, rispettivamente di Mumuni e Gullo (entrambi chiuderanno in doppia cifra), siglano il massimo vantaggio ospite sul 40-65 (+25).
Ultimo Quarto: In chiusura di quarto, alcune dubbie decisioni dei due fischietti gelesi (fallo personale di Gullo e fallo tecnico a coach Sidoti), permettono alla squadra di Bonanno di ridurre lo svantaggio: Pezzarossa, tra i più continui dei locali, ha a disposizione 5 tiri liberi consecutivi con il successivo possesso di palla, che gli consentono di confezionare un mini-break di 7-0.
Nel finale, con il punteggio sul 49-67, il CUS Messina cerca di amministrare il vantaggio, ma l’evidente nervosismo favorisce i padroni di casa e, soprattutto, l’argentino Aguirre, che realizza ben 15 punti del suo trentello finale. A tre minuti dal termine, il vantaggio messinese si assottiglia pericolosamente (69-77): ancora una tripla di Gullo tiene a distanza i mazaresi, ma lo stesso play messinese commette il suo 5° fallo e lascia il parquet. In campo, quindi, il giovane playmaker Nino Sidoti (classe 1993) che, con grande personalità, realizza 6 punti e subisce 3 falli. Il Basket Mazara, invece, ha esaurito le forze e le distanze, in termini di punteggio, vengono ristabilite. La sirena finale chiude le ostilità sul 72-88.
Il CUS Messina, così, conquista meritatamente, in sole due gare, il pass per la finale che deciderà la promozione in DNC, in attesa di conoscere quale, tra Paceco e Canicattì, sarà il prossimo avversario.

Basket Mazara 72   CUS Messina 88

BASKET  MAZARA: Bono, Aguirre 30, Pezzarossa 16, Ajola 7, Marrone, Giacalone, Pisciotta 2, Jovic 9, Frisella, Rizzo, Micelipranio, Lottatori 8. All.: G. Bonanno Tiri liberi 19/29.Totale falli di squadra 22. Usciti per 5 falli: Jovic.
CUS MESSINA: Gullo 14, Azzaro 11, Trischitta, Ettaro n.e., Squillaci n.e., Sidoti An. 6, Contaldo 30, Mirenda n.e., Rivero 6, Zaccone 7, Abdul Mumuni 14, Magistro. All.: G. Sidoti Tiri Liberi 14/21.Totale Falli Di Squadra 19. Usciti Per 5 Falli: Gullo.
PARZIALI

1° quarto 16 – 24.
2° quarto 33 – 44 (17 – 20)
3° quarto 49 – 67 (16 – 23)
4° quarto 72 – 88 (23 – 21)

ARBITRI: Collura P. (Gela – CL) e Giordano A. (Gela – CL).