Conferenza Stampa: Illustrati i dettagli dei 66^ Campionati Nazionali Universitari (18-27 maggio) a Messina.

L’assessore regionale Tranchida: “Oltre un milione e mezzo di euro di ricaduta economica sulla città”. Il rettore Tomasello: “Occasione per mettere in vetrina gli impianti cittadini” Aumenta l’attesa per l’avvio dei 66esimi Campionati Nazionali Universitari in programma a Messina dal 18 al 27 maggio. I dettagli della manifestazione sono stati illustrati ieri mattina  in occasione di una conferenza stampa che si è tenuta nell’aula Senato dell’Università di Messina.
A fare gli onori di casa il rettore dell’ateneo peloritano, Franco Tomasello, che ha sottolineato i molteplici risvolti legati alla manifestazione: «I Cnu permetteranno all’Università e alla città di mettere in vetrina i propri impianti e promuovere le straordinarie bellezze del territorio. Auspico che questo evento possa rappresentare un’occasione di crescita civile e morale».
La titolarità dei Campionati è dell’Assessorato regionale allo Sport e al Turismo guidato dal messinese Daniele Tranchida: «Grande l’impatto che avranno sul tessuto commerciale, alberghiero, collettivo – ha affermato -. E’ prevista una ricaduta economica per oltre un milione e mezzo di euro e mi sto tenendo basso. L’economia messinese e in generale la città ne trarrà così un evidente vantaggio, questo è il primo obiettivo raggiunto.  L’Assessorato crede che dallo sport possa generarsi sviluppo e grazie ai fondi europei Por/Fesr organizzerà 52 manifestazioni per il 2012, 5 di valenza internazionale, 2 si svolgeranno nei prossimi mesi nel territorio di Messina».
«Portiamo nei Cnu la novità delle discipline per diversamente abili, Tennis Tavolo e Scherma – ha dichiarato il commissario straordinario del Cus, Sergio Cama, facendo il punto sull’ambito sportivo  -. In programma la grande boxe che sarà trasmessa in diretta su Rai Sport e il basket che offrirà un livello alto. Ma sono tanti gli atleti bravi pronti a cimentarsi nelle 28 discipline nelle quali gareggeranno».
Un motivo di vanto anche per UniMeSport e per il suo direttore, Carmelo Trommino: «Metteremo a disposizione gli spazi della cittadella universitaria e l’esperienza nella gestione degli impianti».