L’Effe Volley sul parquet per la finale di Coppa Sicilia con i rivali del Barcellona.

Nuova sfida decisiva tra l’Effe Volley S. Teresa ed il Barcellona ’95 che dopo essersi giocate l’accesso in B2 adesso si scontrano per primeggiare nella coppa sicilia di serie C. Scenario del confronto il Palatracuzzi di Messina, orario di inizio le 18.
La sede è stata al centro di un piccolo giallo federale visto che fino  a qualche giorno prima si pensava si dovesse giocare alla Palestra Juvara e che la società santateresina è venuta a conoscenza della sede ufficiale soltanto attraverso il sito della Fipav. A parte questa parentesi, dal punto di vista tecnico le due compagini messinesi hanno dimostrato durante la stagione agonistica in corso di essere al vertice regionale del volley femminile per quanto concerne la C, tenuto conto che anche nella Coppa Sicilia sono arrivate a braccetto sino al traguardo.
Il team tirrenico superando in trasferta l’On-Off Erice Entello, quello jonico eliminando l’Aphesis Porto Empedocle al termine di una gara rocambolesca. Le due squadre giungono a questo match con stati d’animo differenti, le atlete del longano col vento in poppa e con il morale a mille per aver centrato il salto di categoria grazie al certosino lavoro dello staff tecnico capitanato da Domenico Fazio che dopo una falsa partenza (doppia sconfitta consecutiva all’inizio della regular season ) ha ingranato la marcia giusta che lo ha portato in paradiso.
Le giocatrici santateresine hanno subito il contraccolpo per la sconfitta del 5 maggio dopo aver condotto sempre in testa ed aver vinto per distacco i raggruppamenti propedeutici ed ancora non hanno superato lo choc psicologico. Barcellona e S. Teresa si sono confrontate già tre volte nell’anno in corso, doppia vittoria reciproca interna per tre a zero e nell’occasione della finalissima in cui ha prevalso per tre a uno il team del secondo allenatore Peppe Venuto.
Alla vigilia della gara parla il team manager Pippo Cicala “ chiudiamo una stagione memorabile finita con l’amaro in bocca solo per un regolamento crudele che ci vede soccombere per una gara sbagliata dopo un anno condotto da capolista indiscussa, un grazie in ogni caso allo staff tecnico tutto, alle giocatrici per l’attaccamento dimostrato ed ai nostri tifosi che meritano certamente una categoria superiore, speriamo di accontentarli il prossimo anno.”