Il Cus Messina a Canicattì chiede il pass per chiudere la serie.

Scontro decisivo a Canicattì contro la Pol. Mario Mura per i cussini di coach Sidoti, che sono a un passo dall’obiettivo stagionale. Gullo e Mumumi: “Partita difficile, ma andiamo per vincere”.
Settimana importante per il CUS Messina Basket che, domenica, potrebbe festeggiare, dopo un anno fin qui fantastico, la promozione. L’ultimo ostacolo che separa i ragazzi di coach Pippo Sidoti e il prossimo torneo di DNC si chiama Pol. Mario Mura Canicattì.
La formazione agrigentina non sarà un avversario facile e, nonostante la larga vittoria in gara1 (99-48), giocata domenica scorsa al “PalaNebiolo”, il CUS Messina non può permettersi di sottovalutare questa sfida. La squadra peloritana ha preparato al meglio quello che potrebbe essere l’ultimo impegno stagionale: una lunga settimana di allenamenti in vista della trasferta di Canicattì, per tenere sempre alta la concentrazione ed evitare cali di tensione.
C’è grande ottimismo in casa cussina come traspare anche dalle parole di Daro Gullo, uno dei migliori in campo nella prima sfida: «Ci attende sicuramente una partita più complicata rispetto a quella di domenica scorsa, perché andremo in un campo caldo, ma non sarà difficile vincere a Canicattì».
«Faremo la nostra partita», è sicuro l’inglese Walid Mumuni, il migliore realizzatore della fase play-off: «Saremo aggressivi sin dal primo quarto, loro saranno nervosi ma giocano in casa e sono imbattuti. Cercheremo di vincere anche lì e chiudere la serie in due gare per ottenere la promozione da imbattuti».
Il CUS si presenterà, domenica 20 al Palasport (palla a due alle 18), con la squadra al completo dopo aver recuperato anche Azzaro, che si era fatto male in gara1, mentre i locali non avranno il loro allenatore-giocatore Beto Manzo, squalificato per due turni dal giudice sportivo dopo l’espulsione rimediata a Messina per “comportamento offensivo nei confronti degli arbitri”
ARBITRI: Pierluigi Collura e Giuseppe Giordano di Gela (CL)