Con le gare delle stafette si sono conclusi i 66^ Campionati Nazionali Universitari di Messina.

Con le staffette 4×400 dell’atletica leggera si sono conclusi i 66^ Campionati Nazionali Universitari. Dieci giorni di gare culminate con l’ottimo programma della pista che ha richiamato 500 atleti gara nel rinnovato impianto Cappuccini.
A far visita agli atleti il rettore dell’Università di Messina Francesco Tomasello. “”Il primo saluto va a tutti gli atleti dei Cus italiani che hanno parteciapto – ha detto il rettore – ancora al Cusi che ha reso possibile questa impresa che ci riempie d’orgoglio e ci fa gioire come solo una festa di sport può fare. Un grazie ai volontari e a chi con il suo lavoro ha organizzato questi campionati, Università, Regione Siciliana, Comune ed altri. Questo impianto è patrimonio della città e per lo sport, vederlo pieno, è straordinario. Uno dei veri successi di questa manifestazione”.
Il Cus Milano ha fatto la parte del leone nell’atletica vincendo il titolo a squadre sia al maschile che al femminile.
Dopo le 4 medaglie della sessione mattutina, è volato fino a 49,40 mt il giavellotto di Maddalena Purgato del Cus Padova. Si è conclusa con la vittoria di Lorenzo Puliserti ( Cus Torino ) il concorso del martello con  59.24.Nei 400 hs, gara con molti iscritti, vincono fra i maschi Davide Piccolo ( Cus Bologna) con 51.86 ed Elena Ricci del Cus Cassino con 1.00.75.  Successo del Cus Milano negli 800 femminili con Isabella Cornelli, 2.11.54, e del Cus Chieti fra gli uomini con Stefano Massimi, 1.53.57, che completa la doppietta con i 1500 vinti ieri. Altra doppietta quella di Fabio Buscella (Cus Torino) che vince, dopo il triplo, anche il lungo con 7,29.
Nell’alto sale fino 1,85 Chiara Vitobello ( Cus Torino). Al Cus Brescia va invece il titolo italiano del getto del peso con Natalina Capoferro 12,38. Nei 200 mt di nuovo Cus Torino con Martina Amidei (23,87) e Cus Chieti  con Marco Gai che taglia con 21.52. Nei 5000 metri è d’oro la prova di Alessia Pistilli del cus Foro Italico Roma con 16.47.02. Fra gli uomini la gara più lunga la vince il nazionale azzurro Simone Gariboldi (Cus dei Laghi) con 14.26.62. Il programma è stato chiuso dalle staffette. Sia la 4×400 femminile che quella maschile l’ha vinta il Cus Milano. Quella in rosa ha visto protagoniste Guazzi, Cornelli, Zappi e Bonfanti vincitrici con il tempo di 3.47.17. I maschi hanno trionfato con Raimondi, Danesini, Acerbis e Severi. Il crono è stato di 3.14.88.
La messinese Ileana Irrera, che gareggia con il Cus Milano, ha vinto sia il titolo del singolare che quello del doppio di tennis tavolo con Marina Chieppa. Fra i maschi, tutto come da copione, vince l’azzurro Niagol Stoyanov (Cus Torino) in singolare e poi in doppio con Alberto Margarone.
Nel beach volley vincono Bologna 2 fra le donne e al terzo set Milano 1 fra gli uomini.