Finale Play-Off: Il Calcio Sparagonà cade in casa. lo Zafferia grazie a Corrieri ….vola in Seconda Categoria.

Finale play-off amara per il Calcio Sparagonà che si deve inchinare davanti ai propri sostenitori al successo dello Zafferia che grazie al gol di Corrieri vola in Seconda Categoria.
Una doppia delusione per i biancoverdi santateresini che per il secondo anno consecutivo ingoiono un amaro boccone: un’anno fa la delusione della finale persa a Bisconte con il Gescal adesso un’altra messinese lo Zafferia infrange il sogno di una Società, di una calorosa tifoseria, di un quartiere che stava toccando con un dito quella categoria che sembrava ad un passo.
Categoria che viene conquistata meritatamente dallo Zafferia che partiva sfavorito per il fattore campo ma alla fine la corazzata che per gran parte della stagione ha guidato il Girone B di Terza Categoria del Presidente Cantello ha tagliato il tanto sognato traguardo della “Promozione” raggiungendo i cugini del Contesse. Un rigore a metà del primo tempo decide la finale play-off di Terza Categoria – Girone B – del comitato di Messina tra il Calcio Sparagonà e Zafferia giunti in finale dopo aver eliminato il Pompei e l’Uragano Cep.
La gara: Lo Sparagonà è apparso impacciato e timoroso tanto da lasciare agli ospiti il pallino del gioco per tutto il primo tempo. Lo Zafferia ne ha approfittato, impadronendosi del centrocampo, giocando largo e mettendo in apprensione la retroguardia locale con incursioni sulle fasce. Al 15’ Corrieri su punizione da posizione centrale aveva colto il palo alla sinistra di Sturiale. Alla mezzora da una percussione di Billè sulla destra arriva il rigore che Corrieri trasforma, con Sturiale che aveva intuito. I locali accusano il colpo e nel finale del tempo rischiano il ko, ma Sturiale non si fa sorprendere.
La ripresa vede lo Sparagonà a trazione anteriore, al 50’ sembra fatta su tiro di Simone Carnabuci, ma Voccio vola e sventa in angolo. La generosa pressione deibianco verdi locali è costante, In due occasioni reclamano il rigore, ma nel finale è lo Zafferia che legittima il vantaggio segnando, in mischia, il secondo gol, ma l’arbitro e il suo assistente non vedono e non concedono, prendendo per buono il salvataggio di Pollino. La partita finisce con il tripudio di tifosi, calciatori e dirigenti dello Zafferia, mentre i biancoverdi locali contestano l’operato della terna. Ma senza eccessi. In tribuna il presidente del comitato provinciale della Figc Carmelo Alfieri ed il sindaco di Santa Teresa Cateno De Luca. (Cronaca di Giuseppe Puglisi).
Calcio Sparagonà  0    Zafferia 1

Marcatore: 35’ Corrieri su rigore
Sparagonà: Sturiale, Palella, Pacher (65’ Savoca), Sciarrone (58’ G. Carnabuci), Pollino, A. Casablanca, S. Carnabuci, Leo (75’ Vittorio), Fazio, E. Casablanca, Cannata (70’ La Rocca). All. Famulari.
Zafferia: Voccio, M. Di Lorenzo, Abate (55’ Orioli), Candela, DeGrazia, Suvio, Billè, Boni, G. Di Lorenzo (66’ Ficarra), Corrieri, Muscolino (71’ Allone). All: Cantello.
Arbitro: Trischitta di Messina (Alecci e Gioè).