Serie A Baseball: Il Cus Messina frena le ambizioni del Farma Crocetta.

Si chiude in parità, come all’andata, la doppia sfida contro gli emiliani: cussini irriconoscibili e sconfitti nel primo match, ma superlativi nel secondo con una straordinaria rimonta e vittoria ai supplementar
GARA UNO: CUS Messina 4  – Farma Crocetta Parma 8: Terzo pareggio consecutivo, in altrettante gare interne, per il CUS Messina che, sabato, ha bloccato la corsa play-off del Farma Crocetta Parma. Dopo la capolista Urbe Roma, i ragazzi di coach Cipriano impongono il pari anche a un’altra protagonista del torneo. Nella prima partita, rispettati i pronostici della vigilia: sul monte Torres guida gli universitari, mentre il giovane Gradali i ducali. La gara si accende al terzo inning, quando gli ospiti si portano in vantaggio con Tonelli. I messinesi, invece, sembrano disorientati, non riescono a entrare in partita e concedono troppe opportunità agli avversari. Il CUS Messina sbaglia molto sulle basi, non dà continuità al suo attacco e, alla fine della gara, perde cinque uomini.
L’inerzia del match sembra segnata, con i padroni di casa costretti sempre a inseguire gli ospiti che, invece, riescono con precisione a realizzare una serie di punti in battuta (RBI). Trascinato dai fratelli Campanini e da Fanfoni, il Farma Crocetta si porta all’ottava ripresa con quattro punti di vantaggio. Gradali lascia il posto in pedana a Silvestri, Torres ad Andrea Irrera, ma il risultato non cambia nemmeno nell’ultimo assalto e la partita viene archiviata con 10 battute valide, 4 punti realizzati e un errore per i messinesi, mentre per gli emiliani lo score segna 15 valide, 8 punti e un errore.
GARA DUE: CUS Messina 6 – Farma Crocetta Parma 5: Vittoria in rimonta, nella seconda partita, per i cussini che si affidano in pedana a Gianfranco Grillo e gli emiliani a Victor Santos. Ancora una volta i messinesi vanno sotto nel punteggio con il solito Mattia Campanini, mandato a punto da Matteo Paini. Nella terza ripresa, il CUS Messina accorcia le distanze con un’interessante attacco: Bertuccelli va in base con una valida, arriva in terza e viene portato a punto da Salgado. Sul 2-1 per gli ospiti, gli equilibri si spezzano nel quarto inning, quando con cinismo e una buona dose di fortuna, i ragazzi di Danilo Gradali, con solo due battute valide, riescono a incrementare il punteggio e portarsi sul 5-1.
Il Farma Crocetta non sbaglia nulla e tutti i tentativi dei locali di rientrare in partita vengono neutralizzati dall’attenta difesa ospite, che gestisce sapientemente gli out e le riprese. Al quinto inning, coach Cipriano decide di mandare in pedana Sandro Romano e la mossa sembra essere quella giusta. L’attacco avversario si blocca, mentre i peloritani riducono lo svantaggio, realizzando al quinto e sesto attacco e, alla nona e ultima ripresa, il parziale è di 5-3 per i ducali. I cussini, a questo punto, sono protagonisti di un autentico capolavoro, complice anche l’avventata decisione del manager avversario di mandare in pedana Diego Delsante, poi sostituito dal mancino Silvestri. Fabio Romano colpisce un doppio, mentre Bertuccelli viene mandato in base. Freni esegue alla perfezione un bunt, facendo avanzare i compagni: Fabio Romano approfitta del lancio sbagliato e realizza il quarto punto, quindi Salgado firma il pareggio con un fly che manda a casa Bertuccelli.
Si va così agli inning supplementari, ma in campo c’è solo una squadra: Romano si libera del decimo attacco avversario, Silvestri viene duramente colpito da Raffaele De Blasi con un doppio e Savasta, subentrato a Saccà, viene mandato in base. Lo Giudice riesce a mettere a terra un bunt, che manda in tilt la difesa parmense, poi Alfio Grillo spedisce all’esterno centro un fly, che permette di realizzare il punto della vittoria.
Entusiasta il coach peloritano, Nino Cipriano: «Sono felice della prestazione dei ragazzi, abbiamo giocato contro la squadra più organizzata del torneo e abbiamo messo in campo grinta e determinazione. Continuiamo così e, alla fine del campionato, vedremo quale sarà la nostra posizione in classifica. Con questo gruppo nulla è precluso».
Con questo risultato, il CUS Messina mantiene in parità il proprio bilancio stagionale (8 vittorie e 8 sconfitte), mentre il Farma Crocetta scivola al terzo posto in classifica. Dopo un mese e tre turni casalinghi consecutivi, sabato 16 giugno, i messinesi torneranno a giocare in trasferta e saranno impegnati sul campo del fanalino di coda, Anzio.