I criteri – guida per le Società per presentare domanda di “ripescaggio”

Il Comitato Regionale Figc della Sicilia ha reso noto i  criteri per presentare domanda di ripescaggio al campionato di categoria superiore, sempre se di dovessero creare dei posti liberi.
Le domande di ripescaggio in Eccellenza e Promozione ultimo giorno utile il 27 luglio, per il ripescaggio in Prima il termine ultimo è il 24 agosto, per richiedere il ripescaggio in Seconda il termine scade il 5 settembre.  Prima di chiedere il ripescaggio in serie superiore, però, le società dovranno essere iscritte regolarmente al campionato di loro competenza.
Le Società interessate dovranno presentare regolare istanza, devono avere dei requisiti specifici, infatti  le apposite graduatorie verranno stilate tenendo conto, con assoluta priorità, delle società che hanno partecipato alle gare di playoff della stagione sportiva precedente a quella a cui si concorre, posizionando quelle che risultano “Seconda squadra” del comune di residenza  in coda alla graduatoria dei playoff e, quindi, prima, però, di quelle che non hanno partecipato agli stessi playoff.
Le Società per presentare relativa domanda di ripescaggio devono possedere  alcuni norme specifiche, in mancanza di ciò le domande non saranno prese in esame dalla Lega. Le Società che:

non dispongano di un campo, ubicato nel comune in cui ha sede la società, regolarmente omologato per la categoria per la  quale si concorre;
al termine della stagione sportiva precedente a quella per cui si concorre siano state retrocesse direttamente;
nell’ultimo quinquennio sportivo sono state sanzionate per illecito sportivo;
che abbiano già beneficiato di precedenti ammissioni, in qualsiasi categoria di appartenenza, nelle ultime tre stagioni  sportive;
che non abbiano un’anzianità di affiliazione di almeno tre anni;
che non presentano un assetto economico idoneo per la partecipazione al campionato superiore rilevabile dal completo  versamento (contanti – bonifico – assegno circolare) delle tasse dovute per il campionato per il quale si concorre, nonché del saldo passivo, risultante al 30.06, della stagione sportiva precedente a quella per cui si concorre;
che abbiano avuto nell’ultimo anno squalifiche di campo superiori a 4 giornate e che nel triennio complessivamente abbiano superato le  8  giornate di gara;
al termine della stagione sportiva precedente a quella a cui si fa istanza di ammissione, non abbiano portato a termine il  Campionato Juniores, avendone l’obbligo, salvo deroghe concesse.