Il S. Agata Calcio vince il “Costa Saracena 2012”.

Una edizione davvero scadente a livello organizzativo che ha trovato la disapprovazione ed enormi lamentele da parte di tutte le partecipante che in coro non hanno fatto altro che lamentarsi di tutto ma, la cosa che più di tutte ha fatto inviperire in toto le partecipanti è stata la grossa presunzione, l’arroganza e la totale mancanza d’umiltà e rispetto del ( si fa per dire) organizzatore Roberto Curasì che, infischiandosene di tutto e di tutti, s’è inventato ogni sorta di novità dalla sera alla mattina mettendo veramente alle corde la  …… sensibilità dei dirigenti delle società partecipanti.
Questo signore, incapace di gestire un torneo di tale blasone, ha sicuramente messo una pietra miliare sulla possibilità che la manifestazione possa avere un futuro. Ha creato ogni sorta di disagio, facendo peregrinare da un campo all’altro nella speranza che prima o poi si potesse giocare. Con decisioni cervellotiche, alle quali non poteva certo dare logiche motivazioni se non cercando di arrampicarsi sugli specchi,ha annullato turni di gara per poi inventarsene di altri e, il tutto sempre senza alcuna assistenza organizzativa con le squadre lasciate allo sbando in balia del caldo torrido di questi giorni. L’unico obiettivo al quale ha mirato il lato economico. Fatta questa lunga ma necessaria premessa perché è obbligatorio  dare il giusto peso a certi fattori quando ad essere in gioco ci può essere la salute dei ragazzini impegnati, si può dare uno sguardo anche ai fatti tecnici, pochi da rilevare a dire il vero.
Tutto il quadro di questa edizione è meglio scordarselo al più presto. Tante le squadre di rango sbandierate alla vigilia  ma evidentemente servivano da specchietto delle allodole perché alla fine s’è rivelato un semplice torneo di basso tenore. Solo tra gli allievi s’è visto qualche elemento di rilievo ma il massacrante tour de force al quale i ragazzi sono stati sottoposti, ha ulteriormente limitato le prestazioni. In finale il Milazzo, malgrado sfacciatamente favorito dall’organizzazione, è stato sconfitto dal S.Agata 1-0 mentre i mamertini hanno invece vinto tra i giovanissimi (4-1 sul Di Dio Team) e tra gli esordienti. Il Budapest ha avuto la meglio tra i pulcini .