La roccalumerese Teresa Parasporo “campionessa europea” di Thai Boxe.

Teresa Parasporo, 23 anni messinese che da anni vive a Roccalumera, si è aggiudicata il titolo europeo su specialità K1. La giovane atleta (team Crisafulli ) ha superato ai punti dopo cinque round tiratissimi l’olandese Roxana Gaal. L’incontro si è disputato al Palarussello di Gravitelli nel corso di una grande kermesse “ Hombre de Honor “.

L’evento patrocinato  dal comune di Messina ed organizzato dal noto maestro Orazio Crisafulli ha raccolto più di seicento persone, intrattenute da spettacolari combattimenti di K1 e Thai Boxe. Il pubblico ha seguito con interesse gli incontri protrattisi sino alle tre del mattino e culminati con una selezione di Otkagon che ha visto protagonista assoluto e vincitore il peloritano Alberto Burrascano, sempre del team Crisafulli. Durante la serata si è disputato anche un titolo italiano tra il calabrese Galtieri ed il siciliano Patanè, sconfitto per ko alla prima ripresa.

Svoltosi un incontro valido per l’europeo maschile di Thay Boxe tra il beniamino di casa Podariu ( team Crisafulli)  ed il campione spagnolo Carlos Araya che ha impostato il combattimento su un lavoro di clinich che non faceva esprimere al meglio Podariu e ne determinava la sconfitta ai punti. Ottime performance pure per altri due atleti messinesi Garofalo e Sampietro, sempre team Crisafulli che hanno vinto entrambi i propri incontri. Garofalo ha superato il nisseno Marotta, Sampietro il rumeno Ciprian.

La serata ha registrato la partecipazione di altri team messinesi come quelli dei maestri Pandolfino, Saracino e Samperi che hanno dimostrato un gran livello tecnico prevalendo quasi sempre sugli altri team partecipanti, ossia quello palermitano del maestro Caravello, quello di Siracusa di Leonardo ed Acresti, quello catanese di Le Mura, quello calabrese di Morace, quello nisseno di Abate, quello toscano di Lenzi e quello torinese di Barbuto.
L’evento si è reso possibile grazie alla presenza del suo ideatore, maestro Chinto Mordillo che ha anche tenuto uno stage di Mma insieme alla campionessa del mondo Karla Benitez. Ottimo l’arbitraggio coordinato da Baccolini. Hanno riscosso il favore della platea le esibizione del rapper messinese Kres2, la lezione di Zuma di Raffaella Schepisi e l’abilità del dj Helen Brown.
Soddisfatta al termine la neo campionessa Teresa Parasporo che dichiara : “ vengono premiati mesi e mesi di sacrifici grazie alla sapiente guida del mio maestro che mi ha sempre sostenuta e stimolata e che adesso mi apre la strada verso traguardi insperati che mi vedranno competere con le più forti atlete mondiali di questa disciplina.”