Il Messina Sud protagonista al 12^ Torneo “Cedrotto D’oro” di Scalea con i Primi Calci e Giovanissimi.

Si è conclusa in maniera trionfale la spedizione delle tre squadre del settore giovanile del Messina Sud in terra Calabra alla dodicesima edizione del Torneo “Cedrotto D’Oro svoltosi a Scalea – Diamante-Maratea  in provincia di Cosenza dal 27 Giugno al 1 Luglio 2012.
Il Messina Sud del Presidente Lillo Trimarchi era presente con le formazioni dei Primi Calci, Esordienti e Giovanissimi si sono fatti onore nella cittadina della costa tirrenica calabrese, hanno trionfato i Primi Calci di mister Bagnato ed i Giovanissimi di mister Saja, sfortunati gli esordienti estromessi dalla finale solo per una misera rete nel conto della differenza reti con altre squadre. Bilancio positivo per la Società di Lillo Trimarchi presente a Scalea unitamente al socio Nino Bonfiglio.
Primi Calci:Andiamo con ordine la prima squadra a trionfare sono stati i Primi Calci che nel triangolare finale hanno battuto il Conversano Napoli per 2 a 0 e nella decisiva partita hanno battuto il Monterosso Avellino per 2 a 1 ottenendo il primo posto,
Esordienti: Gli esordienti che dopo aver vinto tutte le partite del girone eliminatorio sono stati estromessi nel gironcino di semifinale per la differenza reti di un solo gol ma nulla toglie questo ai meriti della squadra di Piero Muscara’ autrice di un annata al limite della perfezione.
Giovanissimi: L’ultimo giorno della manifestazione ad ottenere un altro trionfo sono stati i giovanissimi di Saja che nel giorne finale dopo aver battuto ai rigori il Virtus Napoli, nella finale hanno battuto con un sonoro 2 a 0 il Montecalcio Salerno grazie alle reti di Tringali e Peppe Bonfiglio.
La stagione non finisce qui infatti subito appena tornati in città le squadre della società giallorossa hanno esordito nel torneo Gulisano che si disputa al Celeste, certo un torneo che non ha nulla a che vedere col Cedrotto d’oro che è un torneo di carattere Nazionale, ma sempre un torneo con una fama Provinciale non indifferente e poi bello casereccio con tanti derby caldissimi, che attirano sempre centinaia di appassionati. Infine un grosso applauso in tutta la spedizione di Scalea meritano le oltre 60 famiglie dei giovani calciatori che hanno dato al torneo quel tocco di colore cui ce ne sempre di bisogno..bravi!!!!!!!!!!!