Alessio Camarda si dimette dalla Presidenza dell’Asd Letojanni.

La notizia è arrivata all’improvviso negli ambienti sportivi della decisione del numero uno del sodalizio letojannese – Alessio Camarda – di lasciare la poltrona di Presidente dell’Asd Letojanni dopo tre stagioni.
” Ritorno a fare il giocatore la nascita di mio figlio mi ha fatto capire tante cose, dedicherò il mio tempo libero e risorse economiche alla mia famiglia”. Questo in sintesi la motivazione espressa dal Presidente dimissionario alla nostra chiamata telefonica: “non c’è nessuna motivo di contrasto con il resto della dirigenza, dopo tre anni lascio per una questione di amore verso la famiglia, ripeto la mia decisione è esclusivamente familiare”. Alla nostra ulteriore domanda sarà forse un momento di riflessione? ” No, la mia è una scelta pacata maturata esclusivamente dalla nascita di mio figlio”.
Dopo tre anni che ha portato l’Asd Letojanni, nata da una costola della mitica Robur del Presidente Carmelo Laganà, a vincere al primo anno il campionato di Terza Categoria superando nella finale play-off l’Akron Sport Savoca, al debutto in Seconda Categoria nel secondo anno di vita, il sodalizio guidato da – Alessio Camarda – conquista nelle ultime giornate una sofferta salvezza. La scorsa stagione, alla vigilia il Letojanni partiva con i favori dei pronostici, ma alla fine l’obiettivo viene fallito, restando addirittura fuori dai play-off.
Smaltita la delusione, il giovane e dinamico Alessio Camarda si tuffa con tanto entusiasmo a programmare la nuova stagione con l’annuncio dei primi colpi di mercato: l’allenatore Angelo Contarino e il forte attaccante Orazio Contarino. L’entusiasmo sale alle stelle, tanto che naufraga sul nascere la possibilità di una impropabile fusione con i cugini della Robur, un percorso che non faceva assolutamente pensare a questo colpo di fulmine scoppiato sul cielo di una parte di Letojanni calcistica.
La domanda sorge spontanea: adesso come si prospetta il futuro dell’Asd Letojanni? Intanto per il momento le redini passano in mano al vice-presidente Leonardo Pace che dovrà traghettare questo vuoto presidenziale al nuovo organigramma societario, magari sarà proprio lui il successore di Alessio Camarda. Basta aspettare qualche giorno per saperne di più.