Un messinese di Motta Camastra sfida la corazzata Acr Messina con il suo Ribera: Biagio Donato.

C’è molta attesa in quel di Ribera per l’arrivo dell’Acr Messina che si presenta al Comunale “Nino Novara” da capolista. Nelle file della compagine agrigentina nello staff tecnico siede un messinese della Vallata dell’Alcantara conosciuto nell’ambiente il “prof. dei portieri” stiamo parlando del giovane Biagio Donato di Motta Camastra.
Lasciata la carriera agonistica all’età di 24 anni per infortunio quando giocava con la casacca del Catania Calcio, riposti i guantoni in un armadio, non ha lasciato il mondo del calcio, anzi è passato sull’altro fronte facendo la consueta gavetta, oggi è il vice-allenatore e preparatore dei portieri del Ribera che cercherà di infliggere la prima sconfitta stagionale al suo Messina.
Anche se lui la sua vita calcistica sia da giocatore che da preparatore di portiere l’ha  visto sempre con casacche diverse: inizia nelle squadre locali della Polisportiva Pro Motta, per passare al Francavilla e Desport Gaggi per fare il salto nel Giarre ai tempi di Sorbello, nella stagione sportiva 1993/94 arriva in prima squadra del Catania Calcio 1946  con Presidente Angelo Massimino (erano i tempi del rilancio del calcio catanese che ripartiva dall’Eccellenza) con in panchina Franco Indelicato prima poi Lorenzo Barlassina. Nel momento più bello: l’infortunio.
Il giovane Biagio nato in Germania è cresciuto nel paese dei suoi genitori a Motta Camastra non demorde si rimbocca le maniche ed intraprende la strada di educatore: aprendo una Scuola di Portieri nel suo paese “l’As Asport Calcio delle Gole dell’Alcantara” di cui è responsabile. Nel frattempo partecipa a vari corsi ed stage  conseguendo varie qualifiche per “Istruttore per Scuole di Calcio” l’Apport “ –  Associazione Italiana Preparatori Portieri di Calcio e Allenatore di Base “Aiac” Associazione Italiana Allenatori Calcio.  Con la sua esperienza anche se breve da giocatore ed  un curriculum personale arricchito arriva la chiamata della Sancataldese la scorsa stagione nel campionato di Eccellenza come preparatore dei portieri, da pochi mesi lavora a Ribera nelle doppie vesti di vice allenatore di mister Salvatore Bruccelleri e preparatore dei portieri.
In occasione della prima gara di Coppa Italia a Ragusa, Biagio Donato fa il debutto in panchina, la sua prima volta da allenatore in una gara ufficiale, pur perdendo i quotidiani siciliani nelle loro pagelle hanno dato un sei pieno.  Questo è Biagio Donato il messinese natio di Motta  Camastra un paese della Valle dell’Alcantara di professione preparatore di portieri ed allenatore in seconda della compagine agrigentina del Ribera Calcio che sfida la corazzata Acr Messina.
Ritornando alla sua attività privata. Vi chiederete come fa a gestire la sua scuola a Motta? Quando c’è la passione è l’amore per quello che si fa, il tutto passa in secondo piano: cinque giorni lavora con il Ribera, il Lunedì e Giovedi ritorna a casa dalla moglie e i suoi due figli, ecco il tempo da dedicare ai futuri “campioncini in erba” che vogliono imitare le gesta del famoso Gigi Buffon nell’impianto realizzato qualche anno all’interno della sua attività di famiglia l’Agriturismo.