L’Akron Sport Savoca rinuncia al campionato di Terza Categoria.

Brutta notizia per i tifosi savocesi e per gli sportivi dell’hinterland jonico: l’Akron Sport Savoca non parteciperà a nessun campionato. Dopo cinque anni di attività il calcio a Savoca per la seconda volta chiude i battenti.

La notizia era nell’aria, poi il colpo di coda,  nuovi soci con un nuovo Presidente da Cosimo Ferraro ad Alberto Impellizzeri, tanto vociferata ma mia ufficializzata, la crisi societaria palesata ad inzio estate, sembrava superata (diversi soci avevano alzato bandiera bianca e il disimpegno forzato del direttore sportivo), tanto che a metà Settembre inizia la preparazione per il campionato di Terza Categoria affidando la squadra all’esperto Mario Lo Giudice un buon biglietto da visita che dava ampie garanzie per il nuovo impegno dell’Akron Sport Savoca, di nuovo in sella visto che gran parte dei giocatori avevano deciso di cambiare aria.

La nuova dirigenza rispetto al passato puntava ad un campionato da giocare con i giovani e con i veterani di vecchio corso su tutti il capitano storico Dario Luchino, da qui alla rinuncia al campionato Juniores (visto che già da diversi giorni  il gruppo di stava allenando sotto le direttive di Daniele Tusano), poi il colpo di scena la rinuncia del tecnico granitese Mario Lo Giudice.

La Società decide di affidare la prima squadra a Tusano in collaborazione con Dario Luchino. Visto il basso budget economico a disposizione, la dirigenza rinuncia all’iscrizione al campionato Juniores (i ragazzi passati quasi in blocco in prima squadra), e la rinuncia  al campionato di Calcio a 5 Maschile come si evince dal  Comunicato Ufficiale N.107 del 4 ottobre 2012  “la propone alla Presidenza Federale per la radiazione dai ruoli. Ai sensi dell’art. 110 p.1) delle N.O.I.F. i calciatori tesserati per la suddetta sono svincolati d’autorità dalla data del 3 ottobre 2012. I calciatori in pendenza di squalifica dovranno scomputarla con la prima squadra della Società cui andranno a tesserarsi”.

Fino a qui il tutto rientra nella normalità, vista la crisi economica che sta attanagliando il paese. Che la continuità dell’Akron Sport Savoca al campionato di Terza Categoria sembrava così sicura che nei giorni scorsi era stata rinnovata la convenzione tra il Comune e la Società riguardo la gestione del campo sportivo. Sembrava tutto lineare, invece, dietro le quinte si stava lavorando in un altro progetto: azzerrare la gestione dell’Akron Sport Savoca (con tutte le conseguenze del caso amministrativo-economico)  rinunciando al campionato di Terza Categoria come si legge nel Comunicato Ufficiale della Lega Sicula N.119 del 10 ottobre 2012 e in parallello fondare una nuova compagine dal nome “Akron Savoca”.

Diciamo che dalle ceneri dell’Akron Sport Savoca il calcio a Savoca con un colpo di magia rinasce con una nuova Società , avente una nuova matricola Figc, la cosa strana ma non tanto, nella nuova compagine che parteciperà al campionato di Terza Categoria, ci sono diversi soci dell’Akron Sport Savoca.

La domanda nasce spontanea? Perchè tutto questo? Perché far scomparire la storia calcistica dell’Akron Sport Savoca sempre protagonista in questi anni di attività: due finali play-off persi, due eliminazioni dalle semifinali play-off, in poco meno di quattro stagioni?

Adesso dal cilindro il colpo ad effetto!!!  Non c’erano più i presupposti di continuare la gestione dell’Akron Sport Savoca ormai giunta al capolinea dal punto di vista economico. Di chi  la colpa? Di tutti e di nessuno, anche se come sempre è facile scaricare la colpa di quello che è successo sull’anello debole della catena, proprio quello che ha tenuto in vita nell’ultima stagione la Società dell’Akron Sport Savoca.

Un’altra domanda che sorge spontanea? I giocatori? Molto semplice hanno firmato i cartellini della nuova Società: Akron Savoca prima di presentare istanza di cessazione attività con la Figc.

Di Mimmo Muscolino