Il Furci ritorna alla vittoria: 4-2 al Messina Sud

Dopo la sconfitta subita in casa nell’ultimo turno dal Ghibellina, il Furci si rialza sul campo del Messina Sud. La gara si mette subito in discesa per i ragazzi di mister Ciatto che sbloccano il risultato in avvio di gara, per poi arrotondare nella ripresa con i locali che accorciano su rigore con il solito Capitti  e Cutaia. Non è stata una gara esaltante, alla fine i tre punti sono andati ai furcesi che si rilanciano in classifica, invece, continua la serie negativa dei peloritani del Presidente Lillo Trimarchi che rimane in ultima posizione.  Adesso la pausa, per ritornare in campo Mercoledi 31 Ottobre, per recuperare le energie, ma soprattutto in casa giallorossa del Messina Sud  devono decidere se accettare le dimissioni dell’allenatore Giampiero Mancuso.
La gara: Rispetto alla gara con il Ghibellina il Furci presenta delle novità nell’undici iniziale Proteggente e Fleri in difesa, Cristian Cutroneo e Sergio Maimone a centrocampo. Nemmeno il tempo di prendere le misure che il Furci si porta in vantaggio: Principato ruba palla a Freni  e si invola verso la porta avversaria appena in area fa partire un bolide  che Papale intercetta sulla respinta è pronto Luca Galletta che non perdona il numero uno messinese. Il gol sembra aver sciolto i ragazzi di mister Ciatto che si rendono pericolosi con il solito Beccaria su calcio di punizione mette a dura prova i riflessi di Papale che si ripeta qualche minuto dopo sempre su Beccaria.
Il Messina Sud cerca di rispondere ai furcesi che allentano un po’ la presa. Al 28’ corridoio libero sulla destra per Cutaia giunto al limite dell’area fa partire un tiro che diventa un assist per l’accorrente Bonfiglio che non dà la forza necessario per creare pericoli a Barbera. Il Messina Sud cerca la via del gol su calcio di punizione al 33’ ma nulla di fatto. Dopo una breve pausa, si risveglia il Furci: Tomasello conquista palla a centrocampo serve Beccaria che mette in moto Maimone sul lato opposto con il giocatore furcese chiuso a sandwich dagli avversari con il portiere in uscita sbaglia la palla del possibile 2-0.  Sul finale di tempo ancora Messina Sud con Capitti che si destreggia bene in area, ma la conclusione è facile preda di Barbera.
Al rientro in campo il Messina Sud si presenta con l’attaccante Vlad al posto di Bonfiglio per rendere più incisivo il reparto d’attacco.  La mossa di Mancuso risulta vana, infatti dopo tre minuti dall’inizio Utano nel tentativo di liberare su un calcio d’angolo furcese colpisce di testa la sfera indirizzandola alle spalle del proprio portiere.  Poi arriva il 3-0 con Galletta che segna la sua doppietta personale. Il Messina Sud non ci sta con il neo entrato vende cara la pelle si butta in avanti, al 59’ accorciano le distanze su calcio di rigore concesso per fallo sul vivace Capitti che lo stesso trasforma.
La partita si riapre, ma non è d’accordo il “principe furcese” che colpisce su calcio di punizione con una parabola che si insacca a fil di palo per il 4-1. Il Furci commette l’errore di aver in tasca la partita ed subisce il secondo gol: Vita lancia sulla destra Cutaia che fa partire un rasoterra che non lascia scampo a Barbera. Il gol dà speranza ai ragazzi di Mancuso che sfiorano la terza marcatura con Preciuso Ghartey che non riesce a girare in rete un traversone dalla destra. Il finale arrembante del Messina Sud porta al 40’ Vlad a procurarsi un calcio piazzato dal limite dell’area furcese calciato da Vita il cui tentativo supera la barriera con il portiere fuori causa la sfera sfiora il palo. Ultimo sussulto di una gara che consegna i tre punti ai furcesi.
Messina Sud    2     Furci   4

Marcatori: 4’e 51’ Galletta,  48’ autore di Utano,  59’ Capitti su rig.,  61’ Principato,  63’ Cutaia.
Messina Sud: Papale, Utano, Tuzza, Cutaia, Aiello, Freni, Capitti, Ghartey G., Ghartey P., Vita, Bonfiglio (46’ Vlad). All.: Mancuso.
Asd Furci: Barbera, Proteggente, Tomasello A., Cerrito, Lo Re, Fleri, Maimone, Galletta (80’ Pagano) , Principato ( 85’ Carpillo), Beccaria, Cutroneo C. All.: Ciatto
Arbitro: Trovato di Catania.

 
 
 
 
.