La Top Spin sugli scudi al torneo regionale di Termini Imerese.

T.T. Top Spin sugli scudi al secondo torneo regionale predeterminato giovanile, disputato sabato e domenica al palazzetto dello sport di Termini Imerese. I ragazzi del presidente Quartuccio si aggiudicano le gare di singolare maschile giovanissimi, ragazzi, allievi e juniores.
Il primo alloro arriva dal giovanissimo Mariano Trifirò che, dopo aver superato agevolmente il girone di qualificazione, prosegue senza sconfitte il tabellone ad eliminazione diretta concludendo con la vittoria in finale per 3-0 sul catanese Alessandro Amato (11-5, 11-2, 11-6, i parziali). Primo posto nella categoria ragazzi maschile per Andrea Pillera che vince in finale contro il compagno di squadra Gianluca Zaccone. I due messinesi giocano un buon match che, dopo il set d’apertura, diventa agonisticamente combattuto con la zampata vincente di Pillera che chiude sul 3-0 (11-5, 15-13, 11-9, i parziali).
Grande prova, nel singolare allievi maschile, per Claudio Rampello che, accreditato con la testa di serie n. 5, sbarra il campo agli avversari vincendo meritatamente la gara. Dopo un’incredibile semifinale conclusa vittoriosamente per 17-15 al quinto set contro la testa di serie n. 1 Antonino Amato, il galvanizzato Rampello rifila un netto 3-0 a Gianluca Merlino (Albatros Zafferana). Il quarto successo per il T.T. Top Spin arriva da Giuseppe Quartuccio vincitore per 3-1 nel singolare juniores sul compagno di squadra Daniele Rizzo (11-6, 11-9, 9-11, 14-12, i parziali).
In campo femminile, doppietta per l’Astra Valdina che brinda al primo posto con Emma Gervasi e Sofia Sfameni. La Gervasi, categoria giovanissimi, disputa un buon torneo superando in finale Desireè Pennisi (Albaragnos Zafferana) con il risultato di 3-0 (11-8, 11-5, 11-3, i parziali), mentre Sofia Sfameni, con una prova convincente, batte in finale con il risultato di 3-0 l’avversaria di sempre Diana Giuffrida (11-4, 11-4, 11-8, i parziali).
Secondo posto per Claudia Minutoli (T.T. Universitaria) nella gara allievi femminile. Scivolone in finale della giovane peloritana che cede alla palermitana Caterina Bono, riuscendo a strappare solo un set (6-11, 11-9, 4-11, 6-11, i parziali).