Hockey su prato: Le siciliane a secco.

Catania la doppia trasferta in Sardegna, complicata da alcune assenze e da problemi logistici non indifferenti che avevano indotto la società etnea a chiedere un rinvio, negato dai club cagliaritani.
Nel primo incontro, gli universitari hanno ceduto all’Amsicora per 4-1 andando sotto 3-0 e riuscendo solo ad accorciare le distanze con Gabriele Privitera prima del poker locale. Il giorno seguente, nel recupero col Suelli, la squadra di Sapienza ha accusato la fatica passando per prima in vantaggio con Santo Giuffrida, ma cedendo alla distanza sino al 6-1 conclusivo. Dalla prossima settimana, il Cus potrà contare su Baah Shadrack, uno dei due ghanesi individuati come rinforzi in avvio di torneo. Resterà invece in patria il connazionale Cofie, bloccato da obblighi militari.
Niente da fare pure per il Valverde, che deve dare via libera alla corazzata Bra. Tra gli etnei ha debuttato l’ex cusino Giosef Privitera. Sconfitta anche per il Cus Catania donne, che lotta e va in vantaggio con il quotato San Saba (autorete di Girotti) ma subisce la rimonta romana.
Risultati e classifiche.
A1 maschile (7ª giornata): Cernusco-Bonomi 0-2, Amsicora-Cus Catania 4-1, Suelli-Tevere 1-1, De Sisti Roma-Cus Cagliari 5-0, Valverde-Bra 0-6.
Classifica: Bra 21, Amsicora 18, De Sisti 15, Bonomi 13, Valverde 10, Cus Cagliari 6, Suelli 5, Cus Catania e Tevere 3, Cernusco 2.
A1 femminile (6ª giornata): Ferrini-Lorenzoni 4-5, Cus Catania-San Saba 1-2, Cus Pisa-Villafranca 6-0. Riposa Amsicora.
Classifica: Lorenzoni 15; San Saba 13; Cus Pisa 10; Amsicora 9; Ferrini 3; Cus Catania e Villafranca 0.