DNC: Il Cus Messina passa a Catanzaro. Quinta vittoria consecutiva.

I cussini superano brillantemente la Planet Catanzaro e ottengono la terza vittoria esterna, la quinta in totale. Grande prova di forza dei messinesi che, trascinati da Mercante (17 punti) e Riva (15), si impongono sul difficile campo calabrese. In doppia cifra anche Gullo (16) e Sereni (15).
Quinta vittoria consecutiva per il CUS Messina che supera la difficile prova della Planet Catanzaro e conquista due punti importanti. Nonostante l’infortunio alla caviglia subito da Contaldo in fase di riscaldamento, che lo costringerà a giocare con una vistosa fasciatura.
Primo Quarto: L’avvio di gara è positivo per gli ospiti, che si portano avanti di cinque punti con i canestri di Mercante, Gullo e Riva, ma Catanzaro risponde con Salvadori e il senegalese Fall (4-9). A metà del primo tempo, la tripla di Riva porta i cussini sul +10 (4-14) e nel finale, dopo un tentativo ancora di Fall (8-14) Gullo realizza otto punti (due triple) che fissano il parziale sul +12 (10-22).
Secondo Quarto: Più equilibrato il secondo quarto con gli ospiti che cercano di allungare (massimo vantaggio sul 13-27 di Riva) e i locali capaci di rispondere con un break di sette punti che vale il -9 grazie a Ippolito, Zofrea e Cattani (20-29). La formazione di coach Sidoti blocca le offensive calabresi e riprende il suo ritmo, riportandosi sul +14 con Di Dio, autore di un’ottima prestazione, e Sereni (21-35). In chiusura di tempo, la formazione di coach Chiarella trova con Ippolito, Cattani e Fall (migliore realizzatore con 20 punti), i canestri utili per aggiudicarsi il parziale (16-15), ma la gara resta sempre in mano ai cussini, 26-37.
Terzo Quarto: Terzo quarto decisivo per l’andamento del match con il CUS che, al ritorno in campo, cerca i canestri per chiudere la sfida: Di Dio e Sereni firmano il +15 (32-47), poi Mercante (17 punti, miglior realizzatore tra i cussini) il +17 (34-51). I padroni di casa, approfittando anche di un fallo tecnico fischiato al CUS, cercano di riavvicinarsi e mettono la gara sul piano fisico. Catanzaro, reduce dalla vittoria esterna sul campo della Vis Reggio Calabria, cerca continuità davanti al proprio pubblico, ma la squadra di coach Sidoti gestisce bene il match e, a fine quarto, il +21 (41-62) evidenzia la differenza tra le due formazioni.
Ultimo Quarto: Nell’ultimo quarto, i cussini tengono i ritmi bassi, amministrano il punteggio e gestiscono la gara con esperienza, trascinati da Riva e Mercante, protagonisti di una gara di straordinaria intensità. Prova di carattere e personalità di tutto il CUS Messina che, in un ambiente difficile come il “PalaPulerà”, frena le iniziative di Catanzaro e fa girare palla, finché la sirena non sancisce la vittoria per 57-76.
Arriva così il terzo successo esterno per i peloritani, che mantengono il secondo posto in classifica (10 punti in 5 gare) dietro l’Acireale che, a fatica, ha superato Gela 73-71. Nel prossimo turno, domenica 25 alle 18, il CUS Messina riceverà al “PalaNebiolo” la Nuova Jolly Reggio Calabria, ancora ferma a quota zero punti e che ha osservato un turno di riposo, mentre in settimana saranno valutate le condizioni di Contaldo.
PLANET CATANZARO 57  CUS MESSINA 76

PLANET CATANZARO: Rotundo 2, Carpanzano 3, Salvadori 5, Ippolito 15, Zofrea 6, Scuderi 2, Palazzo, Cossari 2, Cattani 2, Fall 20. All.: Chiarella
CUS MESSINA: Riva 15, Gullo 16, Di Dio 8, Mercante 17, Cavalieri, Squillaci, Sidoti, Contaldo 5, Mirenda, Sereni 15. All.: Sidoti
Parziali: 10-22 / 16-15 / 15-25 / 16-14
Arbitri: Rodia di Avellino e Fimiani di Monteforte Irpino (AV)