B1M – La Pallavolo Messina supera Casarano ed balza al terzo posto.

Quarta vittoria consecutiva e terzo posto solitario in classifica per la Pallavolo Messina. Dopo la capolista Casandrino al PalaRussello cade anche Casarano grazie ai colpi degli ispiratissimi atleti allenati da coach Rigano, ancora una volta super nella lettura della gara.
Primo Set: L’avvio è di marca pugliese, con gli ospiti che si portano avanti sul 2-5 grazie ad un iniziale break di tre punti. Al primo riposo Casarano è avanti 6-8. Il controbreak giallorossi di quattro punti, ultimato con l’ace di Quartarone, porta Messina per la prima volta avanti sul 9-8. Da qui l’allungo fino al 16-11 del secondo parziale. Entrambe formazioni sbagliano poco : i peloritani giocano bene, Casarano risponde con Dal Molin ma non basta per evitare lo svantaggio (25-22). I padroni di casa sono galvanizzati e continuano a sciorinare azioni di livello, da grande squadra.
Secondo Set: Si apre nel segno del doppio “murone” di Testagrossa e degli attacchi centrali di Porcello che permettono ai siciliani di stare ancora avanti nel punteggio. L’ottima ricezione (il libero Messana chiuderà il match con l’80% di positività) permette a Quartarone di smistare egregiamente i palloni, anche se Messina in attacco perde un pizzico di precisione. Casarano ne approfitta e concretizza la rimonta sul 20-20 dopo essere stata anche sotto di sei punti (18-12). Porcello e Cannistrà però non ci stanno, rialzano la testa e siglano il doppio vantaggio (25-23).
Terzo Set: C’è la reazione di Casarano che non ci sta a recitare il ruolo di vittima sacrificale. I pugliesi al primo parziale sono sul 2-8, divario troppo ampio per Messina che prova ad acciuffare il game anche con gli inserimenti di Daniele Maccarone e del capitano Nicola D’Andrea. Il “cielo” sembra riaprirsi sul 20-23 ma Parisi firma il doppio punto che accorcia le distanze (25-20).
Quarto Set: Filippo Porcello diventa padrone del palazzetto. La sua buona partita si trasforma in straordinaria quando il centrale peloritano mostra tutto il suo bagaglio tecnico entusiasmando il numeroso pubblico presente. Casarano ricomincia a sbagliare, infrangendosi contro il muro di casa. Messina gira a meraviglia, Boscaini sembra un grillo e Cannistrà martella che è una bellezza. Sul 15-6 Boscaini si regala un lob davvero spettacolare, mentre i pugliesi si smarriscono e capitolano sul 25-14.
Messina batte così 3 a 1 Casarano e mette completamente la testa dentro la zona playoff. Un successo interamente dedicato a Claudio Mantarro, scoutman-assistente tecnico colpito in settimana da un grave lutto. L’incasso del match, come annunciato, è stato devoluto ad una famiglia bisognosa della città.

PALLAVOLO MESSINA – FILANTO CASARANO 3-1

Parziali Set: (25-22 / 25-23 / 20-25 / 25-14)

PALLAVOLO MESSINA: Cannistrà 23, Scimone, Porcello 15, Maccarone, N. D’Andrea, D’Anzi, Boscaini 14, Messana (L), Quartarone 1, Alaimo, Saglimbene 5, Testagrossa 6. All. G. Rigano
FILANTO CASARANO: Parisi 12, Coi 1, Laterza 1, Musardo 9, De Leo 1, Dal Molin 16, Anastasia, Trové 11, Torsello, Battilotti 8, Bisanti, Fersini. All. Licchelli.
Arbitri: La Barbera e Scalia di Catania