Nuova Igea – Taormina sospesa ad inizio ripresa con i taorminesi in vantaggio.

Siamo al 53’ della ripresa con il Taormina in vantaggio per uno zero grazie alla rete in chiusura del primo tempo di Grasso, il direttore di gara dopo aver consultato i due  capitani decide di sospendere la gara, il campo è ridotto ad un acquitrino in seguito alla violenta grandinata che si è  abbattuta sul “D’Alcontres” di Barcellona, termine la gara tra la Nuova Igea e Taormina.
Il Taormina si presenta sul terreno barcellonese privo dei due squalificati Laquidara e Fodale, provano subito ad inizio gara con il capitano Filistad su calcio di punizione ma la sua conclusione viene intercettata da Bucca. La gara inizia sotto la pioggia, i padroni di casa rispondono anche loro su calcio piazzato con una conclusione di Alosi indirizzato all’incrocio dei pali. La Nuova Igea cerca di fare la gara, il Taormina gioca di rimessa, proprio su una ripartenza al 18’ Grasso lancia Patanè lungo la corsia di destra, pallone nuovamente in mezzo per Grasso la cui conclusione è respinta sulla linea di porta dalla difesa.
Prima del riposo arriva il vantaggio biancazzurro: ancora protagonista Grasso che conquista palla a centrocampo mette in moto Patanè che si  si allarga sulla sinistra scodellando il pallone al centro dell’area di rigore dove Grasso è abile a superare Bucca con un preciso rasoterra.  Con il vantaggio taorminese si va al riposo. Con le due squadre negli spogliatoi arriva la violenta grandinata che costringe al ritorna in campo dopo pochi minuti ai protagonisti di alzare bandiera bianca.
Nuova Igea – Taormia   0-1

Marcatore: 45’ Grasso.
Nuova Igea: Bucca, Russo, Fragapane, Bairami, Puzone, Quattrocchi, Di Salvatore, Dall’Oglio, Alizzi, Alosi, Mento. All. Lorenzo Alacqua Taormina: Canale, Mancuso, Scolaro, Grasso, Puglia, Filistad, Costa, Gatto, Totaro, Patanè. All. Saro De CentoArbitro: Giovanni Figuccia di Marsala. Assistenti: Antonio Barone e Pierluigi Spanò di Marsala.Ammoniti : Puzone, Puglia, TotaroNote: gara sospesa al 52′ per impraticabilità del terreno di gioco.