Riconfermato Sandro Morgana alla guida della Lega Sicula: Impegno per i giovani.

Entusiasmo, applausi a scena aperta, sala stracolma di addetti ai lavori, clima disteso e fiducia rinnovata per il direttivo della Lega calcio siciliana. L’assemblea elettiva del comitato regionale Sicilia della Lega nazionale dilettanti – riunitasi ieri pomeriggio nella sala convegni del Cefpas di Caltanissetta – ha infatti rinnovato la fiducia al presidente uscente Sandro Morgana, di Caltanissetta, ed ai componenti del direttivo Lillo D’Alberti di Bompietro, Mario Fontanazza di Enna, Leonardo Impellizzeri di Trapani, Santino Lo Presti di Grotte, Giuseppe Rossi di Acireale, Giuseppe Serio di Palermo, Mario Tamà di Giardini, Giovanni Valenti di Catania e Corrado Valvo di Noto.
DIRETTIVO CONFERMATO PER ALTRI QUATTRO ANNI. Un direttivo che è alla guida della Lnd Sicilia ormai da sei anni e che si è visto confermare la fiducia per i prossimi quattro anni (tale è infatti la durata del mandato) dai dirigenti delle varie società di calcio regionale, i cui rappresentanti hanno affollato ieri la sala convegni del Centro regionale di formazione professionale di Caltanissetta. L’ufficialità della rielezione è arrivata in serata, ma la cosa era nell’aria visto che l’unica lista presentata era proprio quella guidata da Morgana ed in cui erano indicati i nomi degli altri componenti del direttivo. Segno di fiducia da parte dell’ambiente calcistico regionale.
«PARTECIPAZIONE E SOLDIARIETA’». Sono questi i temi cardine dell’attività che si propone la Lega calcio sicula, come appariva evidente dalla locandina di presentazione dell’evento. Partecipazione intesa come impegno e considerazione per le società calcistiche siciliani e solidarietà come uno dei valori principe dello sport.
Ad aprire i lavori dell’assemblea è stato proprio il presidente Morgana; non appena il massimo dirigente del calcio siciliano ha salutato il numeroso pubblico con un semplice «Buonasera a tutti» è partito il primo applauso della platea. Applausi che non sono stati risparmiati ai relatori che sedevano al tavolo e che sono aumentati di intensità quando il presidente ha ricordato l’avvocato Mario Fiore, personaggio legato allo sport siciliano, scomparso sabato scorso.
MORGANA: «ASSICUREREMO L’IMPEGNO PER I GIOVANI». Emozionato e ovviamente soddisfatto il riconfermato presidente Morgana, che ha voluto ringraziare coloro che lo hanno nuovamente voluto alla guida del calcio siciliano: «La nostra partecipazione ed il nostro impegno continueranno come sempre. Non ci nascondiamo, c’è ancora tanto da lavorare, ma io ed i miei collaboratori non abbiamo paura di profondere un impegno ancora maggiore. Siamo inoltre convinti che il futuro è dei giovani e continueremo a lavorare per valorizzare ed arricchire i settori giovanili».Al tavolo dei relatori, oltre a Morgana e Lo Presti, c’erano personaggi i cui nomi sono legati all’ambiente del calcio dilettantistico non soltanto regionale, ovvero Maria Gatto, Salvatore Colonna, Salvatore Lombardo, Saverio Mirarchi, Antonio Cosentino e Giovanni Valenti.Prima della lettura della relazione sull’attività della Lnd Sicilia, hanno preso la parola alcuni rappresentanti di enti e associazioni che si occupano di sporti (Coni, Aia), oltre a vari rappresentanti delle Istituzioni, per rinnovare gli auguri di buon lavoro al riconfermato direttivo.