Serie CF: Cade per la prima volta l’Effe Volley battuta (3-2) dalla Pol. Nino Romano.

L’Effe Volley dopo otto turni cade per la prima volta in campionato: fatale l’ottava giornata e la gara prenatalizia portano ancora una volta male all’Effe Volley S. Teresa che così come accadde l’anno scorso mangerà il panettone con un retrogusto di amaro scaturito dalla sconfitta al tie-break  contro la Polisportiva Nino Romano in terreno tirrenico.  Una gara tenace e combattuta che si è decisa sul filo di lana al termine di cinque set entusiasmanti che hanno divertito il discreto pubblico presente di cui una vasta rappresentanza ospite.
Primo Set: In fase iniziale il tecnico santateresino, Andrea Caristi, schierava una formazione con Fabiana Cannata e Pilar Miranda di banda, Alessandra Maccarrone opposto, Camelia e Munafò centrali, Girone in regia e Rosa Letizia libero. Sin dalle prime battute l’inizio per la capolista non era dei migliori per una squadra apparsa molto contratta in parecchi dei suoi elementi base. Sempre avanti i mamertini con Caristi che chiamava il primo time -out sul punteggio di 12-8 ed il secondo sul 19-11.
Si assisteva ad una serie di errori in tutti i fondamentali, dalla ricezione e difesa, passando per la rifinitura e chiudendo con l’attacco, tutte fasi tra di esse propedeutiche che hanno fatto si che il set volasse in fretta a pannaggio del team milazzese che chiudeva su un comodo 25 a 16. A nulla è valso l’avvicendamento sul 21-12 tra le due palleggiatrici, con Giulia Leandri che prendeva il posto di Gabriella Girone. Da registrare ancora una volta una serie di errori in battuta che hanno peggiorato il quadro già buio venutosi a prefigurare.
Secondo Set: Dopo un primo set da dimenticare con uno score in attacco quasi nullo ( i punti sono arrivati per la maggior parte su errori dei padroni di casa ), il secondo si presentava con auspici diversi e con la squadra riproposta in fotocopia a quella del fischio d’inizio. Alessandra Maccarrone e compagne iniziavano di gran carriera e sul 6 a 2 in loro favore costringevano il tecnico locale a ricorrere al primo time out. Il trend sembrava quello giusto e le santateresine si portavano sul più sei ( 6-12 ).
Poi pian piano il lavoro di erosione del team mamertino portava i suoi frutti. Tempo chiamato da Caristi sul 9-12 dopo un break di tre punti consecutivi. Sempre avanti le joniche sino al venti pari poi una serie di errori consecutivi facevano pendere la bilancia in zona Nino Romano e punteggio di 25 a 22. Da registrare sul 17-19 l’avvicendamento tra Fabiana Cannata ed Andreea Serban. Un parziale buttato al vento con un vantaggio di sei punti dilapidato per una partita che sicuramente avrebbe preso una piega diversa.
Terzo Set: Nel terzo parziale Caristi in fase iniziale presentava Valentina Cicala in luogo di Sonia Camelia dal centro e confermava Andreea Serban in P4. La reazione c’era e partendo dall’1-4 si manteneva un vantaggio costante di tre –quattro punti che consentiva alle ospiti di chiudere a loro favore per 25-21. Sul 10-14 Giulia leandri prendeva il posto di Gabriella Grone per non lascialo più sino a fine gara.
Quarto Set: Il set seguente, formazione invariata, si giocava in fase iniziale punto su punto con andrea Caristi che sull’ 8 a 7 in proprio favore ripresentava Sonia Camelia per Valentina Cicala. Poi le “ effine “ allungavano prima sul 9-13 e poi sul 10-16 per chiudere con un definitivo 17 a 25. Sul 15-20 faceva il suo ingresso Rosanna Irato nel tentativo di alzare il muro avanti prendendo il posto della palleggiatrice Giulia Leandri, situazione subito ripristinata con il giro di formazione.
Quinto Set: Sul due pari e dopo una bella rimonta si giungeva al tie-break con l’Effe che schierava la Serban in posto quattro e Sonia Camelia a far coppia con Alessandra Munafò dal centro, in regia sempre Giulia Leandri, fermo il resto. Dopo essere stata sempre avanti la squadra ospite girava sotto di un punto ( 8 a 7 ), poi una serie di errori e di dormite collettive potavano la formazione mamertina sopra di quattro lunghezze ( 12-8 ), gap mai recuperato e finale di 15-12 e relativo tre a due.
In definitiva una gara che sembrava persa dopo aver dilapidato un cospicuo vantaggio nel secondo parziale, si era rimessa sul binario giusto, ma fatale è stato il quinto set con le milazzesi che hanno avuto un sussulto ed hanno portato a casa la vittoria. Guardando il bicchiere mezzo pieno, in una giornata storta – che ci può stare – si è riusciti a portare a casa un punticino che fa classifica. La squadra di casa ha destato un’ottima impressione ben guidata dalla palleggiatrice Piccione in un complesso dove si esplica il giusto mix tra atlete giovani ed altre più navigate.
A fine gara non si sottrae a taccuini il coach ospite Andrea Caristi, che nel momento della sconfitta dimostra di saper affrontare la platea e dichiara “ oggi abbiamo perso senza se e senza ma, abbiamo perso sul piano del gioco e dell’atteggiamento, non ci nascondiamo ed anzi impariamo da quello che ci è successo.”
“ In un campionato difficile e complesso come quello di serie C – continua l’allenatore peloritano – vince chi impara più in fretta dai propri errori, vince che è più capace di ripartire dopo le sconfitte. Noi tutti insieme – conclude il tecnico dell’Effe – abbiamo fatto degli errori, noi tutti insieme abbiamo perso, noi dobbiamo essere una squadra il cui valore deve essere solido nei momenti difficili e questo è uno di quelli.”

NINO ROMANO MILAZZO 3   EFFE VOLLEY S. TERESA  2

Parziali Set: ( 25-16  25-22  21-15  17-25  12-15 )

Pol. Nino Romano: Aricò, De Luca, Guardo, Lo duca F., Lo Duca G., Longo, Musicò, Napoli, Patti, Piccione, Piperno, Ristuccia. ALL: Maccotta

Effe Volley :Leandri, Camelia Cicala, Letizia , Girone, Serban, Irato, Pedale, Maccarrone, Munafò , Cannata, Miranda. ALL: Caristi.

Arbitri: Virga e Di Lorenzo di Palermo.