Il Calatabiano con Fieschi e Peri doma il S. Alessio. Esordio in panchina di Fichera.

Nell’anticipo di sabato il Calatabiano sfrutta a dovere il fattore campo superando con il classico punteggio di 2-0 il S. Alessio. Non è stato facile per la capolista domare la resistenza degli orange alessesi che cedono nel recupero del primo tempo ad un colpo di testa di Fieschi. Nella ripresa mettono al sicuro il risultato con il sempre verde Graziano Peri.

Una vittoria importante quella del Calatabiano contro una diretta avversaria per la vittoria finale, il S. Alessio che pur giocando bene non è riuscito ad uscire indenne dal Comunale catanese. Si conclude nel modo migliore una settimana delicata in casa del Calatabiano per le note vicende legate all’allenatore: il portiere – allenatore Scrivano subentrato a campionato in corso nel mese di Dicembre  a Donzuso ha rescisso ogni rapporto con la Società del Presidente Antonino Sciacca. La motivazione che ha portato a tale decisione visto che con lui il Calatabiano  aveva ripreso a volare.

Sembra secondo le voci che circolano negli ambienti vicini al sodalizio “la dirigenza voleva imporre la formazione”. Questa intromissione non è stata gradita a Scrivano che ha preferito lasciare l’incarico.  “Si erano creati dei malumori nello spogliatoio,  ha dichiarato il Presidente Antonino Sciacca – il sottoscritto insieme alla dirigenza , avevamo chiesto al tecnico di dare maggior minutaggio ai calciatori relegati in panchina , ma il tecnico non la pensava allo stesso modo è ha preferito farsi da parte . In questa squadra tutti fanno dei sacrifici senza percepire dei soldi ed è giusto che a volte siano premiati , non possiamo rischiare di perdere i nostri calciatori.”

Sulla panchina nella delicata gara con il S. Alessio il terzo mister della stagione: Giancarlo Fichera, in passato ex allenatore del Trappitello e Giarre  che ha esordito con una vittoria.

Per quanto riguarda, invece, la compagine alessese, una sconfitta immeritata che pone adesso ai ragazzi di Brigandi  a puntare a mantenere la griglia dei play-off, attualmente occupano la quarta  posizione minacciata da ben tre squadre: Peloro, Sparagona e Contesse.

Una sconfitta maturata al 46’ del primo tempo con protagonista Luca Mangano che trova un varco lungo la fascia sinistra mette al centro un perfetto cross per la testa del giovane Fieschi che non lascia scampo al numero uno ospite Sturiale. Nemmeno il tempo di riprendere il gioco che l’arbitro manda negli spogliatoi per l’intervallo le due squadre.
Al rientro in campo il S. Alessio cerca subito di rendersi pericoloso in area avversaria,  i padroni di casa pur in vantaggio rimangono concentrati tenendo in mano il pallino del gioco che li porta al 52’vicini al raddoppio sempre con l’autore del gol Fieschi il cui tiro dal limite va a sbattere sulla traversa della porta difesa da Sturiale. E’ un campanello d’allarme per la retroguardia alessese che deve soccombere al 68’ allo specialista dei calci di punizioni: Graziano Peri che dalla distanza di poco meno di 25 metri con una prodezza balistica mette alle spalle di  un incredulo Sturiale.
Sul doppio vantaggio sembrava finita per il Calatabiano che invece deve subire la forza di volontà di non mollare degli alessesi che vanno a tiro diverse volte con Alessandro che ci mette una pezza. Nel finale di gara il Calatabiano sfiora il tris con Santino Torre  che a tu per tu con Sturiale manca incredibilmente il colpo vincente. Passano pochi minuti ed arriva il triplice fischio finale che fa volare il Calatabiano in testa alla classifica con quattro punti di vantaggio sullo Sporting Club Giardini. Nonostante la sconfitta il S. Alessio esce a testa alta con  la prima della classe.

Calatabiano   2   S.Alessio 0

Marcatori: 46’ Fieschi, 68’ Peri.
Calatabiano: Alessandro Carmelo, Nucifora, Intelisano (66’ Brazzante), Cantarella, Aiello, Benedetto, Fieschi (86’ Manitta), Torre, Limina, Peri (79’ Mavilia), Mangano. All. Fichera.
S. Alessio: Sturiale, Stracuzzi, Russo, Bondi (74’ Garufi), Calafiore, Lo Giudice, Scarcì, Bartorilla, Padiglione (60’ De Salvo), Impellizzeri (80’ Mangiò), Miano. All. Brgandì.
Arbitro: Leonardi di Catania.