Calcio Rosa: Il Valle del Mela si fa imporre il pareggio in casa dal Marsala.

Perdono ancora punti della dotazione interna le ragazze guidate da Insana che non riescono ad incamerare l’intera posta e pertanto dai due turni interni consecutivi ottengono solo quattro punti. Non sarebbe poi in fondo un bottino scadente ma, se si vuole restare nelle zone alte della classifica, non si può dilapidare il patrimonio dei punti con leggerezza.
Le locali infatti, ed è questa la nota dolente, sembrano in fase calante dopo l’avvio scoppiettante, forse logorate dal ritmo che lo stare in vetta richiede e, lentamente si lasciano sfilare dalle concorrenti. In loro ci pare non vedere più grande entusiasmo, carattere e voglia come nelle prime gare allorquando aggredivano l’avversario, mordendolo alla gola fino a finirlo. Adesso si vede loro spesso giochicchiare, svolgere il compitino, magari talvolta anche qualche buona giocata ma non si coglie la determinazione che tutte mettevano in campo, senza se e senza ma che era poi prodiga di entusiasmanti prestazioni.
La gara col Marsala credo vada letta in questa chiave anche perché le locali avrebbero meritato ampiamente la vittoria, hanno giocato comunque meglio dell’avversario, costruito numerose palle-goal ma le incertezze dalle quali sono scaturite le reti delle ospiti e la mancata trasformazione delle occasioni da rete sono certamente figlie della superficialità e poca concentrazione.
Infatti le cose s’erano subito messe bene con la Grillo che, tenendo fede alle sue qualità, s’è subito fatta sentire schiodando subito il risultato con un bel diagonale. Quando c’era poi da chiudere i conti è invece giunto il pari ospite in seguito ad una duplice distrazione difensiva con la Amalfi e la Carulli cincischianti finchè la tardata uscita e rinvio del portiere  creavano i presupposti del pareggio:era la Bernardini a calciare nella porta sguarnita il pallone respinto dalla Amalfi addosso ad una avversaria e quindi giunto tra i piedi dell’autrice del pareggio. Nello spogliatoio s’è cercato di correggere lo schieramento e così ad inizio ripresa la squadra è parsa più determinata tanto che sono bastati dieci minuti per ritornare in vantaggio, con la Evangelista che ha coronato una iniziativa personale con un tiro dai venti metri che ha colto l’incrocio dei pali.
Sembrava fatta anche perché il campo pesante aveva messo a dura prova le ragazze e nella girandola delle sostituzioni le ospiti potevano pagare il limitato  numero di opzioni mentre le locali potevano far respirare le più stanche. Questa logica sembrava dare ragione anche perché la Pinizzotto sciupava alla grande dinanzi alla Vinci ed anche la Maio non veniva meno. Alle ospiti però va dato atto di averci creduto sempre e guidate dalla Genovese a centrocampo e dalla Milazzo in avanti, non si sono rassegnate.
Correva così il medesimo minuto del primo tempo, il 30’, quando una insistita azione della Milazzo si chiudeva con un diagonale alto che centrava la porta. Era il pareggio. Le locali accusavano per pochi minuti prima di scuotersi, anche con veemenza, dimostrando, solo in questa fase, di volere il risultato ma, era ormai tardi anche perché le ragazze marsalesi, ringalluzzite dall’insperato pareggio, hanno triplicato l’impegno. Non sono mancate comunque le occasioni ma la Pinizzotto le ha sciupate banalmente.
Adesso si va a Capo D’Orlando, una prova del nove per Gemellaro e socie. Le ragazze di Ballariano hanno una intelaiatura più che valida, di qualità ed esperienza ed occorre quindi una prestazione di carattere per chiudere il girone d’andata. Solo dopo si potrà chiarire il ruolo che la compagine cara al presidente Mandanici potrà continuare a recitare in questo campionato.

Calcio Femminile Valle del Mela   2   Marsala  2

Reti: pt 1’ Grillo, 30’Bernardini; st 10’ Evangelista, 30’Milazzo.
VALLE DEL MELA: Amalfa, Carulli (st 30’Pinizzotto), Pirri (st 30’Pino), Gemellaro, Cirino (st 1’Misiano), Accordo, De Gaetano (st 20’ Maio), Evangelista, Grillo, Ruggeri, Mariano. All. Insana.
MARSALA: Vinci, Titone (st 2’Ditta), Ragusa, Galfano G, Arco, Bernardini, Galfano I(st21’ Bernardini V), Genovese, Giliberti, Pulizzi, Milazzo. All. Giacalone
Arbitro:Recupero di Barcellona.