Akron Savoca crocevia delle due antillesi.

Il calendario del campionato di Terza Categoria del Comitato di Messina – Girone C – mette di fronte nelle prossime due giornate la 12^ e 13^ la compagine dell’Akron Savoca le formazioni dell’Antillese e dell’Antillo Val D’Agrò. In sostanza la terza forza del campionato (23 punti) contro la capolista Antillese (28 punti) e la seconda forza del torneo Antillo Val D’Agrò (27 punti).

Il destino sportivo delle due antillesi per quanto riguarda il primo obiettivo della stagione, ovvero, il titolo di campione d’Inverno, passa con il doppio confronto con l’Akron Savoca che nel giro di sette giorni scenderà per due volte sul terreno di gioco del Comunale “C. Smiroldo” di Antillo affrontando domenica 27 Gennaio alle ore 14.30 l’Antillo Val D’Agrò, la domenica successiva il 2 Febbraio l’Antillese. Riuscirà l’undici biancazzurro allenato da Daniele Tusano a frenare la corsa delle due battistrade?

Una cosa è certa non sarà una passeggiata per le due antillesi contro la rivelazione del campionato, una compagine composta da giovani che finora a perso solo una volta fuori casa sul campo del Nike Giardini (2-1), pareggiando (1-1) con la Nuova Indipendente, ottenendo due vittorie la prima a Francavilla (2-1), la seconda sul campo ostico di Scifì contro la compagine ForzaD’Agrò (3-2). Questo il biglietto da visita dell’Akron Savoca.

Di contro le due antillesi finora hanno giocato sul proprio terreno cinque gare mettendo in mostra un attacco prolifico (17) l’Antillese e 14 (Antillo), mentre le rispettive difese hanno incassato (6) la squadra allenata da Carmelo Di Bella e (7) quella di mister Carlo Smiroldo.  Entrambe hanno conquistato quattro vittorie, con l’Antillese che pareggiato (1-1) alla quinta giornata con la Nuova Indipendente, mentre l’Antillo Val D’Agrò ha perso una gara (3-1) alla quarta giornata con la Nike Giardini.

L’Akron Savoca, oltre ad essere il destino delle due antillesi, si gioca anche il suo futuro salvaguardare i play-off dalle altre pretendenti. Poi nel calcio tutto può accadere, come sempre il verdetto finale lo dà il terreno di gioco.

di “Mimmo Muscolino”