Il derby del Mela: Valle – Bastione nessun vincitore 0-0 finale.

Sfortunata nel risultato ma esaltante nei contenuti la prestazione del Valle del Mela nel derby col Bastione. I ragazzi del presidente Mandanici hanno finalmente tirato fuori gli artigli e, con una prestazione dagli alti contenuti caratteriali ed agonisti hanno messo nettamente sotto i blasonati avversari non riuscendo però per mera sfortuna, a conquistare la più che meritata vittoria.
Ci ha messo, a dire il vero, del suo anche il direttore di gara che, nel volere essere rigido e drastico, ha esagerato specie nell’equilibrio gestionale della disciplina, punendo oltremodo i locali mentre i due espulsi ospiti hanno deliberatamente voluto essere allontanati avendo colpiti con due calcioni, palesemente gratuiti, due giocatori giallorossi. Dicevamo della buona prestazione dei ragazzi del Valle che hanno dimostrato di meritare posizioni ben diverse di classifica ma che hanno peccato sottorete e nella gestione dei momenti topici: non si possono sprecare così tante limpide palle-goal così come non ci si può lasciar cadere nelle trappole(leggasi espulsione di D’Amico) nelle provocazioni laddove invece la lucidità doveva indicare la via maestra.
Al proposito, oltre alla consueta linea verde( erano 5 gli juniores di cui 3 allievi alla fine in campo mentre gli ospiti hanno concluso la gara con uno solo dei 3 che avevano in tutto) c’è stato il buon esordio di D’Amico che s’è mostrato elemento interessante ma che ha sciupato tutto facendosi espellere. L’analisi della gara va chiusa quindi in prospettiva: se questa continuità di prestazioni ci sarà, non è ancora preclusa la salvezza diretta ai locali del Valle del Mela; gli ospiti invece potranno inserirsi nei play-off perché squadra tetragona ed esperta ed anche fortunata, il che non guasta.
La gara dicevamo che l’avrebbero meritata di vincerla i giallorossi ma, nel primo tempo gli ospiti si sono ben disposti ed in alcuni frangenti sono stati molto attivi con Giaco ed Irato pronti a pungere pur se Cerasuolo non ha corso veri pericoli; i locali invece, dopo il periodo di studio hanno cominciato ad uscire dalla propria metà campo e D’Amico e Ragusa hanno mostrato d’essere un tandem interessante. Tutto sommato lo 0-0 col s’è chiuso il primo tempo possiamo considerarlo equo con l’unico dato che sul finire il Bastione è rimasto in 10 per la “follia” di Giaco che ha scalciato Leto. Poteva essere determinante sul prosieguo della gara ma in apertura di ripresa D’Amico s’è fallo espellere e l’iniziale dominio dei locali che stavano prendendo maggiore consistenza a centrocampo ed in attacco, ne ha pagato dazio. Sono stati comunque i giallorossi a creare le uniche occasioni da rete con Ragusa che ha calciato alto solo davanti ad Isgrò e De Salvo che non ha tirato con forza. Dopo il riequilibrio numerico è toccato ancora a De Salvo bruciare una ulteriore palla-goal mentre il Bastione sembrava aver rimesso nel pareggio le proprie ambizioni.
Giungeva però l’ennesima follia di giornata quando Valeriani(juniores cresciuto nel Valle del Mela) intorno alla mezz’ora della ripresa scalciava in reazione Filorimo  lasciando nuovamente in inferiorità numerica gli ospiti. C’era quindi l’opportunità di pigiare il piede sull’accelleratore per i locali, cosa che puntualmente avveniva con gli ospiti raccolti a difesa del fortino. Le occasioni fioccavano ma venivano puntualmente fallite: De Salvo prima tirava debolmente sul portiere, poi non se la sentiva di cercare direttamente la porta quand’era solo dinanzi ad Isgrò servendo Ragusa che insaccava, forse in off-side con goal annullato. Toccava a Ragusa la più limpida palla da insaccare ma l’assist superbo di Salmeri che permetteva all’attaccante il tiro a botta sicura, dai 6 metri, si schiantava sulla traversa per poi ricadere sulla linea di porta lasciando l’urlo di gioia in gola per il meritato vantaggio. C’erano comunque ancora ulteriori minuti da giocare ma il destino era segnato perché l’ulteriore suggerimento di Salmeri non veniva sfruttato dal giovane De Salvo che non riusciva a deviare efficacemente di testa la ghiotta occasione. Si chiudeva sullo 0-0, gli ospiti ne sono usciti contenti, per i locali resta la volitiva prestazione ma l’amarezza per non avere raccolto quanto hanno seminato.
Valle del Mela   0   Bastione del Mela   0

VALLE DEL MELA: Cerasuolo D., Bonina, Cambria, Filorimo, Di Bella, Mandanici, Ragusa, Nicolò (st 11’Cannuni), D’Amico, Leto (st 2’De Salvo), Formica (st 29’Salmeri).   All.Cerasuolo P.
BASTIONE DEL MELA: Isgrò, Sterrantino (st 18’Zarzaca), Cuciti, Barca (pt 39’Donato), Calderone, Salmeri, Valeriani, Stramandino, Giaco, Irato (st 31’Iutica), Zullo.
Arbitro: Grasso di Acireale.