Legadue: Pronto riscatto dell’Upea Capo d’Orlando: 77- 69 battuta Verona.

Una vittoria per dimenticare Veroli e per riprendere il cammino play-off. Alla fine, anche se non è s tata una bella partita, l’Upea ha centrato l’obiettivo. Ancora una volta il trascinatore è stato Talor Battler autore di 18 punti, ma è stata soprattutto la vittoria dei gregari Poletti, Portannese e Palermo (10, 14 e 11 punti), che hanno difeso e segnato nei momenti topici. Gli ospiti, nella prima parte, si dimostrano squadra quadrata e giocano meglio dell’Upea.
Solo sulla seconda sirena, Capo D’Orlando si riporta sotto con Poletti, Battle e George (-3, 35-38). Poi arriva il break decisivo con l’aggancio al 24’, poi l’allungo anche grazie ad un ritrovato George autore nel terzo parziale di 6 punti (tanti quanti ne aveva messi a segno nei primi 20’). Verona è comunque viva e cerca di mantenersi in scia, l’Upea però ha imboccato il binario giusto, continua a crescere e al 39’ trova il massimo vantaggio (+12, 77-64) con un canestro del solito Battle. Tar Battle, 24 anni play-guardia dell’Upea orlandina, ieri ha realizzato ben 18 punti nella vittoria della squadra di Pozzecco sulla Tezenis Verona.

L’analisi: “Quello che stanno facendo i miei ragazzi è semplicemente stupendo – dichiara il mister orlandino Pozzecco – siamo ottavi e questo, considerata la partenza ad handicap, è già un prezioso obiettivo. La città di Capo D’Orlando deve andare fiera di questa squadra e di questo gruppo, che non finirò mai di elogiare e ringraziare”.

Upea Capo d’Orlando – Tezenis Verona: 77-69

Parziali: 15-16, 35-38, 51-49, 77-69
Upea Capo d’Orlando: Mathis 3, Battle 18, Mason 6, Poletti 10, George 15; Portannese 14, Palermo 11, Pellegrino. Non entrati: Bontempo, Vignali, Micale, De Lise. Coach: Gianmarco Pozzecco.
Tezenis Verona: McConnell 8, Westbrook 24, Chessa 8, Da Ros 16, Lawal 7; Bozzetto, Boscagin 6, De Nicolao. Non entrati: De La Cruz, Cordioli. Coach: Alessandro Ramagli.
Arbitri: Denis Quarta di Torino, Eduardo Ciano di Napoli, e Renato Giovanrosa di Roma.